Valencia-Atalanta, l’ammissione di Rodrigo: “Forse non si doveva giocare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:11
Rodrigo
Rodrigo (Getty Images)

L’attaccante Rodrigo è tornato su Valencia-Atalanta, match andato in scena lo scorso 10 marzo e al centro delle polemiche per l’emergenza coronavirus.

Il match tra Valencia e Atalanta dello scorso 10 marzo continua a causare dibattiti e polemiche. Si era alla vigilia dell’esplosione dell’emergenza coronavirus e l’intervista di Gian Piero Gasperini, nella quale il tecnico nerazzurro ha ammesso di aver sofferto i sintomi del COVID-19 proprio in quelle ore, è stata criticatissima.

LEGGI ANCHE >>> Atalanta, Gasperini: “Polemica Valencia offensiva, ho rispettato le norme”

Oggi Rodrigo, attaccante del club spagnolo, è tornato sull’argomento nel corso di un’intervista ai microfoni di TVE: “Forse quella partita non si doveva giocare, visto quanto accaduto nei giorni successivi. Molti giocatori sono risultati positivi al test nelle settimane dopo la sfida”. Lo spagnolo, però, guarda avanti, ed è pronto al ritorno della Liga, che riaprirà i battenti la settimana prossima: “Mi sento benissimo, ho ottime sensazioni e ho avuto tempo per recuperare l’infortunio al ginocchio durante la quarantena”.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Gasperini shock: “Ho avuto il coronavirus, ho pensato alla morte”

Coronavirus, le autorità di Valencia: “Gasperini irresponsabile”. Si attende reazione UEFA

Serie A, Gasperini: “Cinque cambi? Mica è basket. Ilicic si sta massacrando”