Alessandria, l’idea per ‘salvare’ il calcetto d’estate: tornei 1vs1 e di calcio a 7

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30
campi calcetto dpcm
Campi da calcetto (Getty Images)

Mentre il calcio dei grandi prova a ripartire, tutti gli appassionati attendono di sapere quando potranno tornare a divertirsi con gli amici nei campetti di periferia: ad Alessandria l’idea interessante

Calcetto o non calcetto. I tanti appassionati di calcio in Italia, oltre che di rivere i loro idoli in Serie A, sono anche impazienti su quando potranno tornare a divertirsi con gli amici nella partitella del giovedì sera. Per ora non ci sono via libera alle riaperture dei campetti, ma c’è chi sta già pianificando il futuro. Ad Alessandria, Gianluca Tedesco – organizzatore di tornei estivi – vuole promuovere per giugno un Torneo di «rimandi», cioè sfide uno contro uno in una location ancora da definire tra Centro sportivo Bevingros e Csc Orti.

Per restare aggiornato con tutte le news legate al mercato e non solo CLICCA QUI!

Come riporta ‘La Stampa’, la competizione non ha vincoli e rispetta le norme sanitarie in quanto ogni calciatore non può superare la propria metà campo. Non è l’unica idea: per fine giugno, sempre ad Alessandria, c’è in cantiere il progetto di un torneo di calcio a 7. Il ‘teatro’ è il Centro sportivo Don Bosco, su campo sintetico (limitato a calciatori di Prima categoria, con la possibilità di schierare 3 fuori quota) e un’altra competizione – sempre a sette – su un campo in erba naturale, riservata a calciatori che non abbiano militato oltre la Seconda categoria.