PAGELLE E TABELLINO DI LIVERPOOL-ATLETICO MADRID: Llorente da urlo, Adrian da incubo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:50

L’attaccante subentra a Diego Costa e firma una doppietta decisiva per il passaggio del turno. Reds eliminati a sorpresa: la Champions perde la squadra campione in carica

PAGELLE E TABELLINO LIVERPOOL ATLETICO MADRID / La vince l'Atletico, addirittura. Quando tutti aspetavano la remuntada dei padroni di casa, considerando l'1-0 dell'andata tutto sommato un risultato abbordabile, a sopresa esce fuori l'Atletico. E alla distanza. Perchè il Liverpool prima passa con Wijnaldum, poi raddoppia ai supplementari con Firmino dopo avere dominato nell'arco dei tempi regolamentari. Le numerose occasioni però non godono di successo, anche per merito di uno straordinario Oblak. E così l'Atletico incassa il colpo, ma resta in partita. E si affida ad un giocatore subentato dalla panchina, Llorente, che regola i padroni di casa con una doppietta. La squadra di Klopp è avvilita e Morata la colpisce ancora una volta nel finale. Finisce qui l'avventura dei campioni in carica. 

 

LIVERPOOL

Adrian 4,5 – Risponde sempre presente quando chiamato in causa, non senza difficoltà. Ma al 97' combina un disastro quando rinvia sui piedi di Joao Felix, che quindi serve Llorente che lo fulmina per il gol che riapre tutto. Non contento, non è esente da responsabilità nemmeno sul secondo gol. E il Liverpool dice addio alla Champions.

Alexander-Arnold 5,5 – Spinge sulla fascia destra, ma con meno convinzione rispetto a Robertson. 

Gomez 5,5 – Non commette grandi errori ma è scolastico. E nel finale, per quanto ormai possa contare, si perde Morata che cavalca verso il tris.

van Dijk 6,5 – Inizio da brividi quando si ritrova fuori posizione sul grande assist di Joao Felix per Douglas Costa. Poi però giganteggia ovunque.

Robertson 7 – Quattro polmoni per lui. Coglie una traversa e costringe Oblak a superarsi. Mette in mezzo una miriade di palloni pericolosi. Il terzino che tutti vorrebbero, attaccante aggiunto. Nei supplementari cala fisicamente come è giusto che sia.

Oxlade-Chamberlain 6,5 – Suo l'assist per il colpo di testa vincente di Wijnaldum nel primo tempo. La tecnica è dalla sua e a centrocampo si fa valere. Ma a tratti. Esce sfinito. Dall'82' Milner 5,5 – Non apporta le migliorie sperate da Klopp al gioco dei Reds.

Henderson 6 – Pressa, suggerisce, rincorre. Un incontrista esaltato dalla cornice che ha fatto da sfondo alla gara. Che da tutto fino a quando ne ha. Poi però accusa il colpo. Dal 105' Fabinho s.v.

Wijnaldum 7,5 – Qualità e quantità. Tanta. A questo si aggiunga un gol decisivo che porta in vantaggio i Reds nel primo tempo. E poi la corsa a mille, al minuto 94, da cui arriva un traversone da capogiro per la capocciata di Firmino che vale il raddoppio. Dal 105' Origi s.v.

Salah 5 – Si muove molto, punta l'uomo e tira anche in porta. O perlomeno ci prova perchè la precisione stasera non è dalla sua. E tutto sommato risulta anche un po' troppo prevedibile. Delude.

Firmino 6,5 – Gode di qualche buona occasione, ma Oblak è bravo a sbarrargli la strada. Molto pericoloso quando si avventa sul pallone, con fame e cattiveria agonistica. Sembra nonostante tutto una serata no per lui, ma al 94' incorna un pallone che diventa imprendibile per il portiere dell'Atletico. Però sotto porta avrebbe potuto fare qualcosa in più. Dal 113' Minamino s.v.

Mané 5,5 – Delude anche lui. Mai pericoloso davvero, anche se contribuisce a mettere sotto scacco la difesa spagnola soprattutto nel secondo tempo. Ma intanto non si quaglia.

All. Klopp 5 – Probabilmente la sfortuna ha giocato un ruolo determinante in questa sconfitta, ma non troppo. Del resto pesa parecchio la gara dell'andata e la magra fifura dei suoi. Ad Anfield la grinta c'è, così come il gioco ed il ritmo. Ma quanta fatica nel centrare la porta. Non a caso si giunge ai supplementari, dove però ci sta tutto. Anche l'eliminazione.

 

ATLETICO MADRID

Oblak 7,5 – Miracoloso in almeno tre circostanze. Niente da fare invece sui gol. Ma gran parte della qualificazione passa anche da lui.

Trippier 5,5 – Niente da fare con Robertson, che da quelle parti lo sovrasta. Non può nemmeno pensare a qualche scorribanda. Dal 90' Vrsaljko 6 – Regge l'urto con un Robertson ormai stanco.

Savic 5 – Tiene botta soprattutto nella ripresa, quando il Liverpool chiude all'angolo l'Atletico. Poi però al 94' Firmino lo brucia e colpisce di testa il pallone del 2-0.

Felipe 6 – Si perde Wijnaldum al momento del gol, grave errore. Sarà l'unico della gara, ma è importante. Ha però il merito di non accusare il colpo e riprendersi in quella che è comunque una gara delicatissima.

Lodi 6 – Salah lo costringe a rimanere basso. Ma in qualche modo riesce a contenere il funambolico egiziano.

Correa 6 – Partita di sacrificio la sua, dove però riesce a trovare qualche lampo di luce. Dal 105' Gimenez s.v.

Saul 6,5 – Solita garra, solito contributo determinante. A centrocampo è lecito concedere qualche duello a questo Liverpool, ma nel complesso ci mette i muscoli. E la testa.

Partey 6 – Corsa e contrasti. Anche se ne finale perde un pallone rischioso che favorisce Mané. Ma si fa notare per la sua personalità.

Koke 5 – Poca cosa in fase offensiva. Costretto all'attesa, non certo il suo pezzo forte.

Costa 5 – Gara non facile per lui, che comunque non è certo al meglio della condizione. Si vede soltanto nei primissimi secondi su meraviglioso assist di Joao Felix. Poi pochi palloni giocabili e pochi spunti. Dal 56' Llorente M. 8 – Subentra in una partita complicatissima per i suoi compagni e mette a segno due gol. Una doppietta decisiva, che significa qualificazione. Freddo, determinante. Ad Anfield ed in Champions. Applausi.

Joao Felix 6,5 – Certamente non al top della forma anche lui, ma comunque decisivo nel fornire a Llorente l'assist per il gol che riapre tutto. Poi esce durante il primo tempo supplementare. Ma ha fatto reparto quasi da solo sino all'ingresso dell'autore della preziosa doppietta. Dal 103' Morata 7 – Assist per il secondo gol di Llorente. Decisivo per aver dato nuova linfa al reparto offensivo. E al 121' firma addirittura la rete del tris.

All. Simeone 7,5 – Compie un capolavoro. Gioca come sa il suo Atletico, fa la partita che deve. Un po' di fortuna, ma si torna in Spagna addirittura vittoriosi sbancando Anfield. Ed eliminando i campioni in carica. Vi sembra poco?

 

Arbitro: Makkelie 6,5 – Ottima la sua direzione di gara. Mai nessun dubbio e alcuna incertezza. Partita giocata a ritmi elevati ma mai cattiva.

 

TABELLINO

Liverpool-Atletico Madrid 2-3 d.t.s.

Liverpool (4-3-3): Adrian; Alexander-Arnold, Gomez, van Dijk, Robertson; Oxlade-Chamberlain (dall'82' Milner), Henderson (dal 105' Fabinho), Wijnaldum (dal 105' Origi); Salah, Firmino (dal 113' Minamino), Mané. A disposizione: Matip, Lallana, Lonergan. All.: Klopp.

Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Trippier (dal 90' Vrsaljko), Savic, Felipe, Lodi; Correa (dal 105' Gimenez), Saul, Partey, Koke; Costa (dal 56' Llorente M.), Joao Felix (dal 103' Morata). A disposizione: Lemar, Carrasco, Adan. All.: Simeone.

Arbitro: Danny Makkelie (NED)

Marcatori: 43' Wijnaldum (L), 94' Firmino (L), 97' Llorente M. (A), 106' Llorente M. (A), 121' Morata (A)

Ammoniti: 119' Morata (A), 119' Alexander-Arnold (L), 120' Saul (A).

Espulsi: