Roma-Lecce, Fonseca chiama Klopp: “Lui è arrivato ottavo!” Su Pellegrini e Kolarov…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:37

Il tecnico giallorosso presenta il match con la squadra di Liverani

ROMA FONSECA CONFERENZA STAMPA DIRETTA / La vittoria con il Gent non ha dato certezze alla Roma, che ora cerca una reazione in campionato dopo tre sconfitte di fila. Domani sera all'Olimpico arriva il Lecce di Liverani, che invece arriva da tre successi consecutivi. Fonseca, finito nell'occhio del ciclone insieme ad altri giocatori, presenta la sfida con la squadra pugliese in conferenza stampa. Calciomercato.it segue le sue parole in diretta:

PELLEGRINI – “E' vero, ho pensato sia di farlo riposare che di metterlo in campo per permettergli di reagire. Lorenzo deve capire cosa non ha fatto bene in campo e perché, ho parlato con i giocatori cosa lui non ha fatto bene. Per primo deve capire questo, per me in questo momento lui deve giocare. E' importante che lui abbia la mia fiducia e che lui lotti per cambiare le cose. Non è nascondendo i giocatori che possiamo aiutarli”.

KOLAROV – “Non penso di doverlo gestire. Lui giocherà domani, con il Lecce le sue caratteristiche sono importanti. Non è stato bene nelle altre partite come gli altri compagni, anche se è migliorato. Dobbiamo pensare a quello che abbiamo fatto bene, è più importante di parlare di cosa non abbiamo fatto bene”.

LA ROMA NON RIMONTA MAI – “La Roma non è come un automobilista che ha fatto un incidente e ha difficoltà a rimettersi alla guida, ma ho solo confrontato le cose. Ora dobbiamo valutare le cose che abbiamo fatto bene, che ci sono state. Se le abbiamo fatte è perché ne abbiamo le capacità. E comunque il calcio è diverso: se dovesse succedere qualcosa a Valentino Rossi – e spero che non succeda mai – dipenderebbe solo da lui, ma qui ci sono 11 giocatori”.

LA ROMA DOVREBBE SFRUTTARE DI PIÙ I CALCI PIAZZATI – “Sì, ci stiamo lavorando ma siamo la seconda squadra che ha segnato di più da situazioni di corner. Poi se possiamo fare più gol è vero, la verità è che in tutte le partite abbiamo la possibilità di fare gol su palla ferma”.

LA ROSA DELLA ROMA È DA CHAMPIONS? – “Sono il primo a credere che possiamo andare in Champions e devo farlo credere ai giocatori”.

MANCINI – “Non ho bisogno di dire niente su di lui, tornerà quando penserò che abbiamo bisogno di lui. Smalling e Fazio hanno fatto bene, ma Mancini è un grandissimo giocatore, è un grande professionista”.

MKHITARYAN – “Pronto per giocare titolare, così come Kluivert e Perotti. Vediamo domani”.

SENZA CHAMPIONS È FALLIMENTO? – “Servirebbe una lunghissima risposta. Ma non penso che sarebbe un fallimento, questo è un anno zero, abbiamo cambiato tutto. Quando Klopp è arrivato al Liverpool il primo anno è arrivato ottavo, la Lazio fa quello che fa ma da quanti anni Inzaghi è lì? Così come Gasperini. E' un anno di cambiamento, ma credo che possiamo arrivare al quarto posto”.

IN AREA SI GUARDA LA PALLA O L'UOMO? – “Entrambe le cose, dipende da dov'è la palla, da dove va, dalle posizioni dei giocatori e dal tipo di pressione. I difensori devono preoccuparsi di entrambe le cose”.