Milan-Juventus, furia contro Valeri | L’ex arbitro: “Disastroso!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56

Tanti commenti dopo l’arbitraggio nel match di Coppa Italia, parla anche Cesari

MILAN JUVENTUS CESARI VALERI / Non si placa l'ira dell'ambiente Milan dopo la gara di Coppa Italia pareggiata ieri contro la Juventus. In pieno recupero, i rossoneri hanno subito un calcio di rigore dopo un tocco di mano di Calabria in area sulla rovesciata ravvicinata di Cristiano Ronaldo. Così, dopo aver inizialmente giudicato non punibile l'intervento del difensore, richiamato dagli assistenti al Var, l'arbitro Valeri è andato al monitor e ha cambiato idea facendo scatenare il boato di 'San Siro', che ha ampiamente contestato la sua decisione: clicca qui per ulteriori aggiornamenti.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, tre cessioni dopo il Milan | Sarà addio a giugno

Così, all'indomani del match, quando le polemiche sono ancora in corso, anche l'ex arbitro e celebre volto di 'SportMediaset', Graziano Cesari, ha commentato quanto accaduto in Milan-Juventus, giudicando disastrosa la prova del fischietto: “Non ho nessun dubbio: il rigore non c'era. Intanto, come ha ricordato Pioli, l'azione nasce da un fallo evidente di Alex Sandro su Ibrahimovic. Poi va analizzata la dinamica del fallo di Calabria: il difensore del Milan salta di testa, non trova il pallone, e quando è ancora in area viene colpito dal pallone calciato da Ronaldo mentre è di spalle, anche se con il braccio largo. L'episodio è molto simile a quello di Cerri in Cagliari-Brescia alla prima giornata per il quale venne concesso un rigore che lo stesso Rizzoli considerò sbagliato. Calabria è scomposto, ma è in volo e girato di spalle. Insomma, non poteva farci niente e non fa niente per ostacolare volontariamente Ronaldo. In sintesi devo dire che la direzione di Valeri è stata molto confusa, fuori fase e incoerente: il voto che merita il direttore di gara è 4”.

LEGGI ANCHE >>> Milan-Juventus, Pioli: “Si era detto che quello non è rigore! E c'era un fallo su Ibra…”