Fiorentina, ESCLUSIVO Comotto: “Commisso, che entusiasmo. Saremo un esempio per la Serie A”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

L’attuale responsabile del settore giovanile della socieetà viola ha parlato in esclusiva a Calciomercato.it

COMOTTO FIORENTINA COMMISSO / A Firenze dal 2003 ed al 2004 e poi dal 2008 al 2011, Gianluca Comotto ha lasciato il segno nella Fiorentina, per professionalità e diligenza. Una figura ed un personaggio che la nuova gestione dei viola targata Commisso-Barone ha deciso di tenere stretto in società, investendolo della carica di responsabile del settore giovanile. Un settore in cui il neo-presidente crede molto, visto il progetto in cantiere di rendere quello della Fiorentina tra i migliori in Europa. 

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, tre cessioni dopo il Milan | Sarà addio a giugno

Fiorentina, Comotto: “Commisso vuole rendere il nostro vivaio tra i migliori in Europa”

“Da gennaio è partita questa nuova avventura, mi riempie d’orgoglio sentire tutta la fiducia e la stima della famiglia Commisso – spiega in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it Gianluca Comotto – La società vuole puntare molto sul settore giovanile e lavorando con gli Under 15, in particolare, so di avere un ruolo molto importante. L'obiettivo sarà quello di creare un senso di appartenenza per tutti i bambini ed i ragazzini, sia che vengano dalla Toscana o dal resto dell'Italia”.

LEGGI ANCHE >>> Milan-Juventus, Pioli: “Si era detto che quello non è rigore! E c'era un fallo su Ibra…”

D'altronde, il progetto è quello di rendere il vivaio della Fiorentina un vero e proprio punto di riferimento in Italia e in Europa. Una sorta di Academy che possa ispirare anche le altre società italiane: Vogliamo diventare un centro sicuro per le famiglie e per i ragazzini del nostro territorio – continua Comotto – Commisso ha ridato entusiasmo e freschezza al nostro ambiente, puntando molto sul settore giovanile. Vogliamo diventare una fucina di talenti, giocatori che poi potranno tornare utili alla prima squadra e al nostro movimento nazionale. Adesso lavoriamo duramente in vista del Day-One. Non c'è ancora una data, ma i tempi saranno brevi, nonostante la mole di strutture da realizzare e mettere in moto. La speranza è quella che la Fiorentina possa fare da esempio per le altre società di Serie A”.

LEGGI ANCHE >>>  Calciomercato Milan, Raiola su Donnarumma: “Niente polveroni. Ibra? Non ci sono limiti”