PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-JUVENTUS: CR7 e Buffon salvano Sarri, Theo rovina tutto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:57

Il rigore nel recupero di Cristiano Ronaldo risponde al vantaggio di Rebic nella semifinale di Coppa Italia

MILAN JUVENTIS PAGELLE TABELLINO / La Juventus riacciuffa nel recupero il Milan grazie al rigore del solito Cristiano Ronaldo. Termina 1-1 il primo round della semifinale di Coppa Italia, con il fuoriclasse portoghese che salva Sarri da un'altra sconfitta. Determinante anche Buffon tra i pali, mentre ad un volenteroso 'Diavolo' non basta il guizzo di Rebic. Kessie è un muro in mediana, delude invece nuovamente Ramsey. Theo Hernandez rovina tutto con il rosso per doppia ammonizione sull'1-0, mentre Ibrahimovic si mette al servizio dei compagni ma, al pari dell'ex Real Madrid e Castillejo, salterà per squalifica il match di ritorno.

MILAN

G.Donnarumma 6,5 – Sicuro quando viene chiamato in causa, come sul tiro di Cuadrado prima dell'intervallo. Nulla può contro CR7 dal dischetto.

Calabria 5 – E' uno dei migliori nella prima parte, dove sfiora il gol trovando un prodigioso Buffon sul suo destro ravvicinato. Cala alla distanza: fatale quasi nallo scadere il tocco con il braccio in area sulla rovesciata di Ronaldo.

Kjaer 6 – Limita i danni, anche se quando Ronaldo lo punta sono dolori.

Romagnoli 6,5 – Tiene botta con Ronaldo e Dybala, che spesso agiscono lontano dall'area di rigore. Preciso negli anticipi, partita senza macchie.

Theo Hernandez 4,5 – Attaccante aggiunto, spaventa Buffon ad inizio ripresa con un sinistro velenoso. Troppo irruento però in fase difensiva: rimedia un rosso per doppia ammonizione e lascia i suoi in dieci nel momento decisivo della contesa.

Kessie 7 – Guardiano insuperabile davanti la difesa, prova di grande spessore atletico. Recupera un'infinita di palloni e morde le caviglie avversarie per 96 minuti.

Bennacer 6,5 – Più garra che geometrie. Prezioso nel dar man forte a Kessie nel cuore dela mediana rossonera.

Castillejo 6 – Primo tempo anonimo, più vivace dopo l'intervallo: scodella per Rebic la palla del gol milanista (80' Saelemaekers s.v.).

Calhanoglu 6,5 – Galleggia tra centrocampo e attacco, svaria a supporto di Ibra e balisticamente è sempre un pericolo per gli avversari (86' Paqueta s.v.).

Rebic 7 – Dalla sinistra il più delle volte si accentra per dar man forte ad Ibrahimovic. E' l'uomo più pericoloso: Buffon gli nega la gioia del gol ad inizio ripresa, qualche minuto dopo però nulla può il portiere bianconero sul destro volante del croato (74' Laxalt 6 – Forze fresche nel finale).

Ibrahimovic 6 – Non brilla particolarmente, si becca per troppa foga un'ammonizione che gli farà saltare la gara di ritorno. Resta comunque un punto di riferimento prezioso per i compagni, anche senza strafare.

Allenatore: Pioli 6,5 – Milan determinato e in palla, che va meritatamente in vantaggio. Paga l'ingenuità di Theo Hernandez e l'episodio finale con il rigore realizzato da Ronaldo. Prova che riscatta il derby, anche se al ritorno non avrà Ibra, Theo e Castillejo.

JUVENTUS

Buffon 7 – Ci mette la toppa a più riprese. Da campione la parata a mano aperta su Calabria, salva la baracca anche su Rebic prima dell'1-0. Tiene in piedi Sarri e la Juve.

De Sciglio 5 – Atteggiamento assai timido al rientro. Grave l'errore sul gol di Rebic, che ha il tempo di calciare indisturbato e bucare Buffon (69' Higuain 5,5 – Fischiatissimo dalla San Siro rossonera, si vede poco o nulla).

De Ligt 5 – Troppe indecisioni, non dà sicurezza al reparto. Rendimento finora altalenante, come tutta la sua prima stagione in bianconero.

Bonucci 5,5 – Al pari di de Ligt non sempre pulito su Ibra e Rebic. E anche in manovra non riesce a far girare la palla come dovrebbe.

Alex Sandro 6 – L'unico sufficiente della retroguardia di Sarri. Attento nelle retrovie, si spinge avanti quando ha campo libero.

Ramsey 4,5 – Né carne né pesce, tradisce Sarri anche da mezz'ala. Quasi impacciato palla al piede, non riesce ancora a scuotersi e a svoltare la sua stagione (63' Bentancur 6 – Dà nervo a centrocampo nell'assalto finale).

Pjanic 5,5 – Primo tempo su buoni livelli, senza comunque incantare. Non riesce però ad illuminare e cambiare passo quando serve.

Matuidi 5 – La volontà non manca, ma è spento fisicamente. Periodo no per il motorino francese. (73' Rabiot 6 – Dà più qualità rispetto al connazionale).

Cuadrado 6,5 – Torna dopo tanto tempo nel tridente. E' vivo sulla fascia, con Dybala crea i grattacapi maggiori al Milan. Pericoloso nel primo tempo con un bel destro, neutralizzato da Donnarumma.

Dybala 7 – Vispo e frizzante, salta puntualmente l'uomo. E' la stella polare della Juventus, a cui aggrapparsi in un momento buio. Gli manca solo il guizzo negli ultimi sedici metri.

Cristiano Ronaldo 7 – Tocca tanti palloni, scambiandosi la posizione con Dybala. Non riesce però ad incidere, fino a 3 minuti dalla fine: in sforbiciata si procura il rigore, che poi trasforma con la solita freddezza. A segno per la dodicesima gara consecutiva, 24° centro stagionale: lui non tradisce mai.

Allenatore: Sarri 6 – Si salva nel finale grazie all'invenzione del solito Cristiano. La Juve sbanda ancora e Ramsey non funziona da mezz'ala. Il rosso di Theo Hernandez rimette in corsa i bianconeri, che nel finale hanno almeno il merito di crederci. Ma l'influenza di stagione non è certamente passata.

Arbitro: Valeri 5 – Ha bisogno dell'aiuto del VAR in occasione del rigore di Calabria, qualche cartellino non convince. Partita nel complesso insufficiente.

TABELLINO

Milan-Juventus 1-1 – 61' Rebic (M); 91' rig.  Cristiano Ronaldo (J)

MILAN (4-2-3-1): G.Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie, Bennacer; Castillejo (80' Saelemaekers), Calhanoglu (86' Paqueta), Rebic (74' Laxalt); Ibrahimovic. Allenatore: Stefano Pioli. A disposizione: Begovic. A.Donnarumma, Bonaventura, Leao, Musacchio, Gabbia, Brescianini, Maldini

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; De Sciglio (69' Higuain), de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Ramsey (62' Bentancur), Pjanic, Matuidi (73' Rabiot); Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Maurizio Sarri. A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Danilo, Rugani, Olivieri, Coccolo, Wesley

Arbitro: Valeri (sez. Roma)

VAR: Nasca

Ammoniti: Ibrahimovic (M), Ramsey (J), Theo Hernandez (M), Pioli (M), Kessie (M), Castillejo (M), Calabria (M)

Espulsi: Theo Hernandez (M)

Note: recupero 1' e 6'; spettatori 72.738