PAGELLE E TABELLINO DI BRESCIA-UDINESE: Okaka e Lasagna spreconi, Balotelli non pervenuto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:02

Voti e giudizi validi per la partita del ‘Rigamonti’ che ha aperto la quarta giornata di ritorno della Serie A

PAGELLE TABELLINO BRESCIA UDINESE / Brescia e Udinese non si fanno male in uno scontro importante per la salvezza. L'Udinese costruisce, prende due legni ma spreca tanto. Il Brescia soffre, l'attacco (da Balotelli e Spalek ad Ayé) è praticamente inesistente e anche Tonali non si vede mai. De MaioEkong regalano il gol a Bisoli, ma non basta a Lopez oggi all'esordio.

BRESCIA

Joronen 7: soprattutto nel primo tempo tiene a galla il Brescia con almeno tre ottime parate. Strepitosa e fortunata quella su corner con doppia deviazione di testa. Nella ripresa super parata su De Paul, poi deve capitolare sul pallone velenoso di De Paul, ingannato da tante gambe e forse una deviazione.

Sabelli 5,5: soffre molto Sema nella prima frazione di gara, è spesso in ritardo e fuori fase ma poi cresce nettamente e prende meglio le misure all'avversario

Cistana 5,5: in continuo affanno, ma i compagni non gli danno una mano. Prova a reggere, fa a sportellate con Okaka che per caratteristiche si appoggia molto. Partita non facile, fa quello che può.

Chancellor 5: comincia la sua partita con un retropassaggio horror che aveva liberato la corsa di Okaka, che per sua fortuna non è lucido. Anche lui soffre, Lasagna va via puntualmente e tenerlo è quasi un'impresa, non gli riesce mai l'anticipo. Decisamente una giornata no, anche se regge.

Martella 5,5: al rientro al posto di Mateju. Parte un po' imballato, deve fronteggiare De Paul che gioca dalla sua parte. Così come Sabelli non riesce a sfondare in attacco. Cresce con il passare dei minuti avendo anche ripreso confidenza con il ritmo partita.

Bisoli 6: imballato nel centrocampo molto fisico dell'Udinese. Di inserimenti non se ne vedono molti, si mette in mostra per una chiusura difensiva con il volto ottima, soprattutto per la lucidità con cui ha messo in tutto le mani dietro al corpo. È un rapace, appostato benissimo sull'erroraccio della difesa dell'Udinese che gli consente di colpire col destro in maniera fredda. Un gol poi vanificato.

Tonali 4,5: non si vede mai, continuamente imbottigliato. Era forse l'uomo più atteso, ma non arriva mai in anticipo, non riesce a essere incisivo in nessuna delle due fasi. Il Brescia ha bisogno di lui per salvarsi.

Dessena 5: anche lui in affanno, in un'occasione avrebbe anche la possibilità di liberare il suo ottimo tiro da fuori ma perde il tempo. Un po' in difficoltà anche dal punto di vista fisico. Dal 68' Bjarnason 5,5: entra poco nei meccanismi, prova a dare un po' di sostanza

Spalek 4: non bene. Goffo anche uno dei suoi tentativi di cross, dove calcia il terreno e liscia il pallone. Male. Dal 59' Zmrhal 5,5: sicuramente meglio rispetto al compagno, ha anche una buona chance di testa anche se non si vede granché.

Balotelli 4,5: non pervenuto neanche Balotelli. Il Brescia subisce l'iniziativa dell'Udinese fin dall'inizio, Supermario perde il mantello e anche parecchi duelli, viene sempre anticipato e non difende il pallone con il fisico. Si accende a metà primo tempo con un numero che si conclude un destro terrificante che mette paura a Musso. Poi nulla più. Dall'84' Donnarumma 5,5: subito nel vivo, ha sui piedi la palla della vittoria ma sbatte contro Musso

Ayé 4,5: gira costantemente a vuoto, senza meta. Un corpo estraneo rispetto al resto dei compagni, che pure non sembravano già molto compatti. Poi meglio nei minuti finali dopo il gol, ma non cambia la sua prestazione.

Allenatore: Diego Lopez 5,5: la scossa per il cambio allenatore non c'è. Ekong e De Maio gli fanno un regalo di Natale abbastanza fuori stagione e deve ringraziare soprattutto il suo portiere. Però ci vuole anche fortuna, il suo Brescia è stato bravo a resisteren.

UDINESE

Musso 6: non è chiamato a interventi particolarmente complicati, semplice amministrazione visto che il Brescia quasi non tira in porta. Questo nel primo tempo, visto che nel finale di gara deve impegnarsi due volte su Zmrhal e soprattutto su Donnarumma.

De Maio 6: molto bene in entrambe le fasi, è concentrato ed è propositivo anche in fase di costruzione della manovra. Rischia molto al 77' su un contatto in area con Ayé, poi la frittata con il colpo di testa che serve a Bisoli l'assist per l'1-0 del Brescia. Molto bravo nell'azione del pareggio, gestendo in area avversaria il pallone con lucidità e qualità.

Ekong 5,5: partita molto buona, tiene sotto controllo la situazione. Balotelli non rappresenta mai un pericolo, parte del merito è anche suo che esce sempre con i tempi giusti. Con questa premessa, tutto cancellato dal malinteso imperdonabile con De Maio che regala la vittoria al Brescia.

Nuytinck 6: match ordinato con pochi pericoli corsi.

Stryger Larsen 6: solita prestazione positiva, gioca in duetto con De Paul anche se va pochissimo al cross. È libero di giocare qualche metro più avanti visto che Martella non punge, ma non fa nulla di speciale.

Fofana 6: si allarga sempre sulla sinistra, non parte mai da dietro e anzi è impreciso sui controlli e perde spesso il tempo della giocata potenzialmente decisiva. Poteva fare di più, ma è sempre uno dei migliori e dei più importanti.

Jajalo 5: un'ammonizione decisamente ingenua ad inizio partita lo condiziona in maniera netta, infatti Gotti lo cambia appena possibile. Rischia anche il rosso dopo pochi minuti. Dal 52' Mandragora 5,5: non brilla affatto, realmente entra poco nel giro palla dell'Udinese che palla sempre per De Paul, Okaka e Fofana. Non dà il tocco in più che ci si aspettava e che si aspettava anche il suo allenatore.

De Paul 6,5: primo tempo col compitino, giochicchia ma non incide. Nel secondo tempo prende una traversa clamorosa con la parata eccezionale di Joronen. Tira poco in porta, anche se crea spazi per i compagni. Poi è bravo e un po' fortunato sul gol dell'1-1, che però rappresenta una boccata d'ossigeno per l'Udinese.

Sema 6: buon primo tempo, ma senza particolari episodi decisivi. Di azioni indimenticabili non ce ne sono. Dal 78' Zeegelaar sv

Lasagna 6: dopo pochi secondi colpisce una traversa incredibile, è imprendibile a tratti ma per quello che crea spreca tantissime occasioni. Decisamente troppe, gli manca sempre qualcosa. Dal 72' Nestorovski: è un giocatore completamente diverso da Lasagna, di occasioni però non ne sono arrivate molte.

Okaka 6,5: valutazione simile a quella di Lasagna. Crea tantissimo, arriva spesso alla conclusione ma con poca precisione. Il suo lavoro a tutto campo di taglia e cuci, recupero palla, gestione, ripartenza e rifinitura è fantastico e imprescindibile.

Allenatore: Gotti 6: l'Udinese gioca bene, crea tantissime occasioni e merita senza dubbio la vittoria. Però se non la butti dentro vieni punito e così è stato, poi De Paul rimette in parte le cose a posto.

TABELLINO DI BRESCIA-UDINESE 1-1 (0-0 AL PRIMO TEMPO)

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Martella; Bisoli, Tonali, Dessena (dal 68' Bjarnason); Spalek (dal 59' Zmrhal); Balotelli (dall'84' Donnarumma), Ayé.
A disposizione: Alfonso, Mateju, Gastaldello, Viviani, Mangraviti, Ndoj.
Allenatore: Diego Lopez

UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Nuytinck; Stryger Larsen, Fofana, Jajalo (dal 52' Mandragora), De Paul, Sema (dal 78' Zeegelaar); Lasagna (dal 72' Nestorovski), Okaka.
A disposizione: Perisan, Nicolas, Becao, Ter Avest, Walace, Teodorczyk.
Allenatore: Gotti

Ammonizioni: Jajalo, Sema, Fofana
Marcatori: 81' Bisoli, 90'+2 De Paul