Roma-Torino, Fonseca in conferenza: “Ecco quando torna Kluivert. Pastore problema più grave”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:17

Alla vigilia della sfida dell’Olimpico, l’allenatore portoghese incontra i giornalisti

DIRETTA ROMA TORINO FONSECA CONFERENZA / Riparte dalle mura amiche dell'Olimpico il cammino in Serie A della Roma che archivia la sosta invernale ospitando il Torino di Walter Mazzarri. Gara non semplice per la truppa di Fonseca che oggi parla nella consueta conferenza stampa di vigilia, presentando i temi caldi della sfida di domani sera alle ore 20.45. Calciomercato.it vi offre l'evento in tempo reale: “Devo dire che abbiamo fatto una buona settimana di lavoro. La squadra è motivata e sarà importante iniziare l'anno bene. È importante vincere questa partita”. 

TORINO – “È sempre difficile giocare contro di loro. Nelle ultime tre partite in trasferta non hanno perso. Ci aspettiamo un torno motivato e forte. Sarà una partita difficile”.

KALINIC E PERES – Kalinic sta lavorando bene e migliorando settimana dopo settimana. Penso possa giocare di più in questa parte della stagione. Non è facile in questo mercato cambiare calciatori. Per noi è importante che Kalinic rimanga con la squadra. Peres ha finito il prestito ed è un giocatore che Petrachi conosce bene. Ne abbiamo parlato, ha iniziato a lavorare con noi e vediamo se può aiutare la squadra. In questo momento deve migliorare fisicamente. Ibra? È un grande giocatore, è sempre positivo avere giocatori così nel nostro calcio. È importante per la visibilità del calcio italiano”.

TROFEI – “Non è giusto creare questo tipo di pressione alla squadra. Abbiamo cambiato molti giocatori, la squadra deve pensare solamente alla prossima partita per me”. 

ZANIOLO – “In tutti i giocatori ci sono margini di miglioramento. Zaniolo prima non era un calciatore che pensava nel modo giusto dal punto di vista tattica. Deve imparare meglio i tempi delle scelte. Ma è un talento enorme. Non abbiamo parlato del cambio di proprietà. Io sono l'allenatore. Sono tranquillissimo su questa questione”.

INFORTUNI – Kluivert ha iniziato a lavorare con noi, ma non è al meglio. Io e lo staff abbiamo parlato e non sta ancora bene. Non voglio rischiare, ha bisogno di una settimana in più, magari dopo la partita contro la Juventus può essere pronto. Pastore non ha avuto un trauma normale, ma un trauma osseo. È un problema più grave. Abbiamo bisogno di più tempo per lui”. 

NIENTE SCUSE – “Non mi piace avere solo 72 ore di riposo tra una partita e l'altra. Sull'orario è una questione di televisioni, ma a me interessa il tempo di recupero. Non mi piace trovare scuse, penso che anche nei momenti difficili tutti i giocatori hanno giocato bene. Non mi piace pensare al futuro o al passato. Il presente è la partita di domani”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Roma, doppio annuncio di Petrachi su Kalinic e Bruno Peres

Calciomercato Roma, doppia offerta per Sadiq