PAGELLE E TABELLINO DI HELLAS VERONA-TORINO: Pazzini decisivo, male Bremer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:41

Voti e giudizi della gara valida per la sedicesima giornata di Serie A

PAGELLE E TABELLINO HELLAS VERONA TORINO / Gol ed emozioni al Bentegodi. Il Torino dopo un’ora di bel gioco ed una risultato favorevolissimo, grazie alla doppietta di Ansaldi ed alla rete di Bereguer, si rilassa e crolla di mentalità nei venti minuti finali. Determinati per la rimonta dell’Hellas i cambi inseriti da Juric, uno su tutti Pazzini che realizza il rigore ed infiamma i campo. Verre prima e Stepinski cambiano nettamente le sorti del match realizzando i gol decisivi di questa giornata. Tra i granata da segnalare il ritorno di Belotti, ancora convalescente ed una prestazione maiuscola di Zaza per impegno ed intensità di gioco. Ecco le pagelle di Verona-Torino:

HELLAS VERONA

Silvestri 5,5 – Chiamato in causa fin da subito. Salva su Berenguer e Zaza. Su Ansaldi è mal posizionato.

Rrahmani 5,5 – Primo tempo ordinato. Manca l’intervento decisivo nell’azione del raddoppio granata.

Kumbulla 6,5 – Nonostante l’età regge con maestria i duelli con Zaza. Contiene l’attaccante granata con il fisico. Rischia molto per un errore in uscita, passaggio all’indietro per Silvestri con Zaza in agguato.

Gunter 6 – Qualche imprecisione ma nel complesso buona lettura in copertura.

Faraoni 6 – Come tutta la squadra si esprime al meglio nei secondi quarantacinque.

Amrabat 6  – Particolarmente agitato. Lotta con Rincon e non si risparmia. Qualche errore ripartenza. Dal 63’ Pazzini 7 – Realizza con freddezza il rigore che dà la carica alla squadra. Dopo pochi minuti si ritrova nell’area avversaria con una bella girata che Sirigu manda sul palo.

Veloso  6 – Un po’ in colore cresce nella ripresa guadagnando metri.  Con buoni inserimenti, non dà certezze alla difesa avversaria.

Lazovic 6 – Si vede poco sulla fascia nel primo temo. Con velocità e corsa riparte propositivo in avvio di ripresa.

Pessina 5,5 – A tratti spento e non partecipe nella manovra del Verona. Manca di personalità.

Zaccagni 5,5  –  Manca di qualità ma lotta con il fisico per riconquistare i palloni e far salire la squadra. Dal 46’ Verre 6,5 – Ha il merito di farsi trovare nel posto giusto al momento giusto. Spinge in rete la ribattuta di Sirigu sul tiro di Pazzini. Presente anche nell’assist per il terzo gol.

Di Carmine 5,5 – Pochi palloni giocabili nel primo tempo. Fa quello che può, non sempre con precisione.  Dal 46’ Stepinski 6,5 – appena entrato recupera un pallone interessante sull’esterno e lancia Lazovic. Torna al gol dopo dieci mesi.

All. Juric 6,5 – La squadra soffre l’aggressività dei giocatori granata nella prima ora di gioco. Decisivi i cambi che danno nuova vitalità al reparto offensivo.

TORINO

Sirigu 5,5 – Pazzini su rigore lo ipnotizza Devia con prontezza il tiro di Pazzini ma nulla ha potuto sulla ribattuta di Verre.

Izzo 6 – Solito lavoro difensivo di copertura. Aiuta la squadra anche in ripartenza.

Nkoulou 5,5 – Dopo un tempo ordinato manca di precisione nei minuti finali.

Bremer 5,5 –  Unica sbavatura di giornata, il braccio largo che quasi cerca la palla e concede il rigore agli avversari. Recupero decisivo nei minuti finali.

Aina 6 – Sfida interessante sulla sua corsia con Lazovic. Nel primo tempo lo salta con più facilità, nella ripresa si preoccupa maggiormente di contenere la sua velocità. Tiene in gioco Stepinski sull’azione del terzo gol.

Baselli 6 – Parte bene, è ovunque. Libera per i compagni e partecipa attivamente alla manovra granata. Dal 86’ Meite sv

Rincon 5,5 – Corre tanto in mezzo al campo. Dà una mano alla difesa. Bel duello di fisico con Amrabat. Sbaglia sul finale regalando una punizione che il Verona sfrutta pareggiando.

Ansaldi 6,5 – Prestazione di livello. Non commette errori e anche in copertura è decisivo. Doppietta personale, giornata posivita.

Verdi 6,5  – Oggi ispirato. Bene nel dribbling e negli inserimenti. Cerca e serve i compagni. Assist millimetrico per la corsa di Ansaldi che va in rete. Dal 78’ Lukic – sv

Berenguer 6,5 – Comincia con grinta e chiama subito in causa Silvestri. Sfida la difesa avversaria, uno contro uno vincenti. Gol annullato nel primo tempo, rete decisiva nella ripresa. Dopo una spiazzata di Zaza,con una giocata personale va in rete. Dal 73’ Belotti 5,5 – inserito per ritrovare minuti ancora non ha nelle gambe il dribbling e il gioco che gli si riconosce.

Zaza7  – Gli riesce quasi tutto. Difende il pallone con il fisico e fa salire la squadra. Grande prestazione al servizio dei compagni. Serve Bereguer per il gol del raddoppio. Lotta con Kumbulla senza mai dare respiro al difensore avversario.

All. Mazzarri  5,5– La squadra dopo il tre a zero perde brillantezza e il filo del gioco. I cambi non rispondono.

Arbitro  La Penna6 – Aiutato dal Var, sia sul gol annullato nel primo tempo a Berenguer che per il rigore concesse su fallo di mano di Bremer, conduce bene una partita non di difficile lettura dal punto di vista agonistico.  

 

TABELLINO

HELLAS VERSONA-TORINO:3-3

HELLAS VERONA(3-4-2-1): Silvestri;Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Veloso,Lazovic; Pessina, Zaccagni; Di Carmine. A disp.:Radunovic, Berardi,Empereur, Bocchetti, Wesley, Adjapong, Danzi, Henderson, Verre, Tutino, Stepinski,Pazzini. All. Juric

TORINO(3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Aina, Baselli, Rincon, Ansaldi; Verdi, Berenguer, Zaza. A disp.: Ujkani, Rosati, Millico, De Silvestri, Laxalt, Djidji, Lukic, Meite, Belotti. All. Mazzarri

Marcatori: 37’, 61’ Ansaldi (T), 55’ Berenguer (T), 69’  rig. Pazzini (H), 76’ Verre (H), 84’ Stepinski(H)

Arbitro: La Penna sez. di Roma

Ammoniti: 35’ Amrabat (H), 40’ Gunter (H), 52’ Bremer (T), 65’ Veloso (H)

Espulsi: