Juventus, ESCLUSIVO Tacconi: “Ronaldo va gestito. Vi spiego perché non prenderei Donnarumma”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:52

L’ex portiere, intervistato da Calciomercato.it, parla anche di Sarri, mercato, Donnarumma e Ibrahimovic

JUVENTUS TACCONI SARRI RONALDO MERCATO DONNARUMMA IBRAHIMOVIC/ La sconfitta rimediata sabato contro la Lazio, prima stagionale, ha fatto scivolare la Juventus a – 2 dall'Inter capolista. In casa bianconera si acuiscono i dubbi su Sarri e sull'impiego di Ronaldo, tornato al gol, ma non ancora al top della forma. Di questi e altri temi, in esclusiva a Calciomercato.it ha parlato Stefano Tacconi, dal 1983 al 1992 portiere della “Vecchia Signora”, con cui ha vinto tutto. “Nessun allarme. La Juve quest'anno credo che sia stata costruita per la Champions League. La scelta di Sarri ne è la dimostrazione”, dice l'ex calciatore umbro. 

Juventus, Tacconi su Sarri e CR7

Molti tifosi bianconeri sui social hanno attaccato il neo tecnico per il gioco e non solo. Questo il pensiero di Tacconi: “Tra qualche mese credo che migliorerà, al momento la squadra è al 50%. I tifosi possono dire quello che vogliono, conta il giudizio della società. Al nuovo allenatore serve tempo, quando avrà tutti a disposizione  sicuramente riuscirà ad imporre le sue idee. Inevitabile il discorso su Ronaldo: “E' un giocatore che va centellinato, non deve per forza giocare sempre. Va gestito, come ha fatto Zidane al Real Madrid“. Sul fronte del mercato, l'ex bianconero dice la sua rispetto alle voci che ogni tanto accostano Donnarumma alla Juventus: “Non lo prenderei perché Szczesny è un ottimo portiere, nazionale polacco, affidabile. La dirigenza valuterà se intervenire su altri reparti, anche se in genere a gennaio non mette a segno grandi colpi”. 

LEGGI ANCHE –  Juventus, i tifosi contro Sarri: “Dimettiti” 

LEGGI ANCHECalciomercato Juventus, addio Emre Can: non solo Rakitic, altra idea di scambio 

Inter e Milan, Tacconi su Conte e Ibrahimovic

Nell'ultimo turno di campionato, i nerazzurri hanno guadagnato un punto sui rivali bianconeri e la parola scudetto tra i tifosi è sempre più diffusa. Tacconi non ha dubbi su chi sia l'artefice del rilancio interista. “Conte sta facendo la differenza. Lui è come Trapattoni perché chiede ai suoi giocatori di stare sempre sul pezzo, anche quando sono a casa. Se nel mercato di gennaio Marotta lo accontenterà, l'ex ct può sicuramente vincere lo scudetto, quanto meno lotterà fino all'ultima giornata”. Infine un pensiero sul possibile ritorno di Ibrahimovic al Milan: “Malgrado l'età, credo possa ancora dare qualcosa. Ai rossoneri  perlatro serve un giocatore per lo spogliatoio e sotto questo profilo Ibra è il leader giusto”.  

LEGGI ANCHE – Calciomercato Inter, colpo: incontro col Barcellona!

LEGGI ANCHE – Calciomercato Inter, Asamoah preoccupa: ritorno di fiamma per Conte