Calciomercato Napoli, Ancelotti sull’esonero: “Senza certe condizioni, giusto chiudere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:20

Il tecnico azzurro ha parlato della sua situazione e del possibile addio

CALCIOMERCATO NAPOLI ANCELOTTI / Ventiquattro ore alla resa dei conti: domani il Napoli contro il Genk si gioca la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League che vale metà stagione. Una partita che potrebbe sancire anche l'addio di Carlo Ancelotti alla panchina azzurra. Il tecnico di Reggiolo nella conferenza della vigilia ha parlato anche del possibile esonero: “La valigia sul letto? Dev'essere sempre pronta per un allenatore, non si può disfarla. Essere messi in discussione è assolutamente normale per un allenatore, sono esperienze che ho già vissuto in passato, non mi spaventa che la società possa decidere di esonerarmi o che io decida di andare via. Se non si verificano determinate condizioni, è giusto chiudere, ma io non sto pensando a tutto questo al momento. Sono coinvolto e preoccupato per la squadra, è un periodo negativo, non si può far finta di niente. La squadra si esprime non per come può dare e sono responsabile. In Champions abbiamo fatto cose di grandissimo livello che non abbiamo trasferito in campionato. Sono certo che questo periodo finirà, ma non possiamo tirarla per le lunghe”. 

LEGGI ANCHE >>> Napoli, i costi dell'addio di Ancelotti

LEGGI ANCHE —> Panchina Napoli: conferme su Spalletti e Allegri, ma c'è un no

Calciomercato Napoli, esonero Ancelotti: “Il mio passato non conta”

L'allenatore non nasconde i problemi della squadra e aggiunge: “Esonero? Devo continuare a fare il mio, devo essere valutato per quello che sto facendo e non per quello che ho fatto in passato. Evidentemente non sto facendo per il meglio, i giocatori sono lo strumento che un allenatore ha per esprimersi al meglio. Ma non vorrei mai che i giocatori giocassero per me”.