Lazio-Juventus, Sarri: “I fischi pesano su Bernardeschi. Soffriamo la Champions”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:25

Le parole dell’allenatore bianconero alla vigilia del match dell’Olimpico

LAZIO JUVENTUS CONFERENZA SARRI / Questa sera tocca all'Inter contro la Roma, domani la Juventus sarà di scena all'Olimpico contro la Lazio: la corsa scudetto passa per la Capitale con il doppio incrocio tra le due compagini che lottano per il titolo e le romane. I bianconeri andranno in casa della squadra di Inzaghi, attualmente terza in classifica, per riscattare il pareggio interno contro il Sassuolo e continuare il duello con l'Inter. Sarri parlerà in conferenza stampa questo pomeriggio alle 13: Calciomercato.it seguirà per voi le sue dichiarazioni. 

CHAMPIONS – “Potrebbe esserci un calo di attenzione dopo le gare Champions. Potrebbe esserci a livello non consapevole un calo di motivazioni dopo le partite di Champions nell'approcciare poi quelle di campionato. E' un'ipotesi”. 

PUNTI – “Sono tutti importanti, le gare hanno tutte la stessa importanza. A livello razionale siamo ad un livello della stagione in cui niente può essere decisivo. Poi i punti sono tutti importante. E' una giornata importante come le altre, ci sono partite con livello di difficoltà importante”. 

INTER PRIMA – “Spero che sia un grande stimolo per noi avere una squadra davanti. Spero sia un forte motivo di motivazione”. 

BERNARDESCHI -“E' un ragazzo estremamente sensibile e si nota anche nella differenza di sicurezza tra casa e trasferta. Questa cosa gli sta pensando, è un giocatore importante: il mio compito è più aiutarlo e accompagnarlo che farlo riposare”. 

KHEDIRA – “Emre Can ultimamente ha giocato, non è stato completamente escluso: sa che se fa bene in campionato sarà sempre tenuto in considerazione anche l'esclusione dalla Champions ha pesato molto su di lui. Khedira è una perdita pesante ma il suo ginocchio stava peggiorando anche in maniera non normale. Quindi è stato deciso questo: non ci rimane che far salire il rendimento degli altri”. 

LAZIO – “E' una delle migliori squadre in Europa: è una squadra che fa tenuta lontana dalla nostra area. Gli accorgimenti sono i soliti: cerchiamo di eliminare i pregi degli avversari”.

INFORTUNATI – “Sicuramente non sono contento, ma in una stagione periodi così ci sono. Rabiot sta meglio, ha fatto gli ultimi allenamenti con la squadra. Deve ritrovare il top della condizione, ma dal punto di vista medico è guarito”. 

DYBALA – “Non può impedire di fargli venire a prendere palla a centrocampo, così come non puoi impedire a Ronaldo di stare sull'esterno. Bisogna fare i conti con le loro caratteristiche, magari dovrà essere bravo il trequartista ad approfittare degli spazi che aprono loro due”. 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE: 

Lazio-Juventus, ESCLUSIVO Giannichedda: “Ci sta che Ronaldo non sia al top”

Calciomercato Juventus, futuro in bianconero: la risposta di Milinkovic-Savic