PAGELLE E TABELLINO DI INTER-SPAL: papera Valdifiori, Lautaro per la vetta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:45

Voti e giudizi della gara valida per la quattordicesima giornata di Serie A. Nerazzurri scavalcano la Juve, in solitaria davanti a tutti

PAGELLE E TABELLINO INTER SPAL/ L’Inter conquista la vittoria e la vetta della classifica sfruttando al meglio lo stop casalingo dei bianconeri.  Gli uomini di Conte dopo un primo tempo dominato per gioco e per occasioni da gol, si addormentano nella fase iniziale della ripresa. Così ai gol di Lautaro risponde Valoti che dà una speranza alla squadra di Semplici. Berisha tiene in partita i compagni  su Vecino e Lautaro. I ferraresi ci credono. Cionek e Tomovic sprecano l’occasione del pareggio.  

INTER

Handanovic  6– Spettatore non pagante nel primo tempo.  Reattivo quando viene chiamato in causa.

D’Ambrosio 6  – Buona prestazione anche nella difesa a tre. Sempre attento , bene anche la spinta in avanti quando serve.

De Vrij 6 – Facile in contenimento su Petagna.  Fa ripartire la manovra aiutando Brozovic.

Skriniar 6– Normale amministrazione. Sempre ordinato e mai in affanno.

Candreva  6,5 – La fascia sinistra è nelle sue mani.  Crossa e si propone in profondità. Reca non lo tiene. Assist perfetto per il raddoppio di Lautaro. Dal 79’ Godin 6 –inserito per chiudere gli spazi trovati dei ferraresi.

Vecino  6– Qualche azione sulla fascia in tandem con Candreva poi si spegne con il passare dei minuti. Ha la palla per chiudere la partita ma anche lui spreca banalmente, ci riprova con un tiro potente dalla distanza deviato in angolo.

Brozovic 6,5 – Semplici prova a mettergli Valoti e Petagna addosso ma viaggia in mezzo al campo indisturbato.   Anticipa Valdifiori in uscita e da terra tocca per Lautaro, che si crea il gol del vantaggio.

Gagliardini 6 – Fa quello che gli viene chiesto. Raggiunge la sufficienza senza incidere più di tanto.  Dal 79’ Borja Valero –sv

Lazaro 6,5  – Pendolino sulla corsia esterna.  Non si ferma mai, spinge in fase d’attacco e non concede spazio alle discese ferraresi. Esausto lascia il campo. Dal 76’ Biraghi  5,5 – pochi minuti giocati, senza riuscire ad incidere.

Lautaro 7 – Continua il momento magico dell’argentino. Non sbaglia nulla, gli riesce tutto anche con grande semplicità. Uomo d’assalto della squadra di Conte. Con la doppietta di oggi sale ad otto il numeri di gol firmati in campionato. Si divora da solo davanti a Berisha il gol del ko.

Lukaku  6,5 – Impossibile contrastarlo soprattutto per la fisicità. Igor fatica a contenerlo.  Solito gioco di sponda per far salire la squadra.

All. Conte 7 – Dirige bene la squadra nelle posizione e nel gioco. Giusti i cambi. I suoi uomini vincono sapendo anche soffrire.

SPAL

Berisha 6,5– Prende due gol senza grandi colpe. Salva la Spal con grande reattività. Si fa trovare pronto sul colpo di testa di Lautaro e tiro potente di Candreva.

Tomovic 6 – Prova a mettere una pezza sugli errori dei centrocampisti.  Nella ripresa continua con maggior ordine.

Vicari 6 – Guida una difesa in continuo affanno sulla pressione degli avversari. Più solido dei compagni.

Igor  5,5 – Si complica la vita da solo. Ingenuità sulle ripartenze.  Più aggressivo e attento nel secondo tempo. Dal 82’ Jankovic – sv

Strafezza  5 – Non al meglio della condizione. Semplici lo rischia ma arranca sulla corsa di Lazaro sempre un passo avanti a lui.  Dal 42’ Cionek 5,5 – Si vede la differenza con uno stanco Strafezza. Più soldo in entrambe le fasi. Aiuta molto la corsia andando a limitare Lazaro. Tutto solo calcia il pallone di prima intenzione ma lo liscia completamente, occasionissima sprecata.

Murgia  6 – Fantasma nel primo tempo.  Svogliato e impreciso. Nella ripresa si sveglia e muove la palla con più velocità per servire i compagni.

Valdifiori  5 – Soffre il pressing dei giocatori interisti. Errore grave in uscita che porta al primo gol nerazzurro. Partita da dimenticare, barcolla per tutto il match ed è in continua affanno.  Dal 70’ Floccari 5 – Ingresso sterile. Un tiro appena subentra ma poi nulla.

Kurtic  6 – Ha la qualità ma non la mette in atto. Mancano le sue iniziative nel centrocampo ferrarese.  Più coraggioso nella ripresa.

Reca  5– Sterile la sua copertura sull’esterno, manca di solidità difensiva.  Corre in avanti per proporsi ma senza concretezza.

Petagna 6 – Ci prova più dei compagni a non regalare completamente la partita agli avversari. Cerca di far salire la squadra e lotta con i difensori nerazzurri.  Purtroppo non può fare tutto da solo.

Valoti 6 – Ruota a vuoto, spesso in ritardo anche sul pressing.  Come nell’occasione del raddoppio di Lautaro, lascia all’argentino il tempo di rallentare e saltare indisturbato.  Inizia la ripresa con un altro spirito, salta tre uomini,dribbling e diagonale che supera Handanovic.

All.  Semplici 5,5 – Squadra arrendevole nel primo tempo. Aspetta l’Inter e fatica a trovare idee.  Più coraggio e grinta nella ripresa.

Arbitro Irrati 6 – Gestisce con polso partita e cartellini.

TABELLINO

INTER-SPAL:2-1

INTER(3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar; Candreva ( 79’ Godin), Vecino,  Brozovic, Gagliardini (79’ B. Valero), Lazaro ( 76’ Biraghi): Lautaro, Lukaku. A disp.: Padelli, Berni, Godin, Ranocchia, Politano, Asamoah, Borja Valero, Dimarco, Esposito, Agoumé, Biraghi, Bastoni. All. Conte.

SPAL(3-5-1-1): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor; Strafezza ( 42’ Cionek), Murgia, Valdifiori (70’ Floccari), Kurtic, Reca; Petagna, Valoti. A disp.: Thiam, Letica, Felipe,Mastrilli, Jankovic,  Salomon, , Paloschi. All. Semplici

Marcatori: 16’, 41’ Lautaro (I), 50’ Valoti (S)

Arbitro: Irrati sez. di Pistoia

Ammoniti: 57’ Valdifiori (S), 59’ D’Ambrosio (I), 77’ Igor (S), 80’ Cionek (S), 94’ Murgia (S)

Espulsi: