Napoli-Bologna, Ancelotti non ci sta: “I giocatori devono prendersi le loro responsabilità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:35

Il tecnico azzurro ha parlato dopo la sconfitta con la squadra di Mihajlovic

NAPOLI BOLOGNA ANCELOTTI/ Intervistato ai microfoni di 'Sky Sport', Carlo Ancelotti ha commentato la sconfitta contro il Bologna: “Siamo una squadra che non riesce a mantenere quella attenzione continua che ha in Champions League. Vero, il primo tempo è stato discreto, però il momento è molto delicato e negativo e dovremo fare un confronto per trovare la maniera di uscire da un periodo veramente troppo lungo. Solitamente in questi casi è l'allenatore che si prende la responsabilità, domani voglio confrontarmi con i ragazzi e chiudere questa fase”. Per le ultime notizie sulla Serie A—> clicca qui!

SULLE SOLUZIONI – “Sento la fiducia della squadra, della società, bisogna trovare dei rimedi e delle soluzioni. Io credo che non dobbiamo divagare troppo, siamo troppo discontinui, ci sono tanti modi per cambiare con un assetto più compatto, da qualche parte dobbiamo andare”.

SUL GRUPPO – “Alla fine i giocatori si devono sentire responsabili, non voglio prendermele tutte io. Da quel punto di vista, i ragazzi devono scendere in campo con più chiarezza, che io gli devo dare, in questo momento non stanno mettendo tutto, al massimo una parte”.

SULLE MANCANZE – “Sicuramente si è perso qualcosa, meno linearità nel gioco, siamo sempre un po' arruffati e ci sono tante cose che si possono migliorare. Anche se le cose non funzionano, quando c'è volontà e sacrificio questa squadra pareggia col Liverpool. Bisogna starci sempre con la testa”.

SULLA FORMAZIONE – “Non è un problema di selezione degli uomini, ma di un collettivo che non sta funzionando. L'assetto definitivo lo deve trovare la compattezza della squadra”.

SULLA SOCIETA' – “Ci confrontiamo tutti i giorni con la società, siamo tutti uniti soffrendo, ma vogliamo risolvere questo momento insieme il più in fretta possibile”.