Bulgaria, polemiche e razzismo: si dimette anche l’allenatore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:15

Il ct aveva negato i cori durante la sfida con l’Inghilterra

BULGARIA RAZZISMO DIMISSIONI ALLENATORE / La Bulgaria vive ancora giorni di caos: dopo le dimissioni del presidente della federazione Borislav Mihaylov, oggi sono arrivate anche quelle del commissario tecnico Kresimir Balakov, che nei giorni scorsi è stato investito da enormi polemiche a causa delle sue dichiarazioni dopo il match con l'Inghilterra. L'ormai ex ct aveva affermato di “non aver sentito” i cori razzisti indirizzati ad alcuni rivali, che avevano causato la sospensione della partita. Come riporta 'La Gazzetta dello Sport', l'allenatore ha detto oggi: “Avevo già chiarito che se fossi stato un problema, non avrei perso un minuto a lasciare il mio incarico”. Balakov non solo aveva negato i cori razzisti, ma aveva anche accusato i tifosi inglesi di provocazioni come i fischi all'inno della Bulgaria. 

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!