Juventus, ESCLUSIVO Cobolli Gigli: “Sarri inadeguato. Ronaldo? Crea problemi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:54

L’ex Presidente bianconero, intervistato da Calciomercato.it, ha parlato anche di Conte e di de Ligt

COBOLLI GIGLI JUVENTUS SARRI RONALDO CONTE /  Da Sarri Ronaldo, il mercato e Conte. Questo e altro nell'intervista esclusiva rilasciata  a  Calciomercato.it  da Giovanni Cobolli Gigli, presidente della Juventus dal 2006 al 2009. 

Oggi riparte la stagione della Juventus. Scatta l'era Sarri. Cosa ne pensa di questo tecnico? 
“L'allenatore ha fatto giocare molto bene il Napoli e ottenuto buoni risultati con il Chelsea. Per quanto riguarda la persona e me non piace. Da tifoso non posso dimenticare che per tre anni ha attaccato la Juventus in modo molto duro e senza stile. Secondo me è inadeguato e mi dispiace che il club lo abbia preso. Una volta questa società aveva uno stile, parlo di Giovanni e Umberto Agnelli. Non mi riferisco all'abbigliamento, ma al modo di fare”. 

Crede che il nuovo allenatore bianconero riuscirà a stabilire un feeling con Ronaldo, fuoriclasse con una forte personalità?  
“Se non ci riuscirà vuol dire che la Juventus avrà sbagliato scelta. Io non ho condiviso il viaggio di Sarri nel luogo dove era in vacanza Ronaldo. E' stato un atto di debolezza nei confronti di una star, mentre un allenatore con i suoi giocatori deve parlarci nella sede della società. Secondo me Ronaldo crea problemi alla squadra, costretta ad adeguarsi alle sue caratteristiche. L'acquisto di Cr7 ha condizionato la Juventus, peraltro lo scorso anno non ha vinto nemmeno la Champions League, cosa che tutti si aspettavano. Con i soldi sborsati per questo giocatore, avrebbe ingaggiato tre elementi di livello”. 

Cosa dovrà fare Sarri per essere accettato dagli scettici come lei?
“Deve vincere innanzitutto, però facendo giocare bene la squadra. Se Sarri otterrà i successi, i tifosi dimenticheranno il passato, io no. La società sta investendo molto e il tecnico ha a disposizione un'ottima squadra”.

Un giudizio sul mercato della Juventus…
Da tifoso sono contento degli acquisti fatti finora e certamente sarebbe un grande colpo de Ligt. Se fossi azionista, però, sarei un pò preoccupato perchè la società sta accumulando molti debiti”. 

E' sorpreso di Conte all'Inter? 
“No e non ho nessuna obiezione. Gli allenatori sono professionisti e vanno dove meglio credono”.