Inter, la giornata di Sensi. Poi gli altri 4

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:17

Lazaro ad un passo, si tratta per Barella, Dzeko e Lukaku

INTER SENSI / Se l'avvicinarsi del 30 giugno accelera le operazioni in uscita con diversi calciatori pronti a partire per mettere a bilancio plusvalenze necessarie, l'altra deadline è il 7 luglio, giorno in cui l'Inter si ritroverà in vista della partenza per il ritiro di Lugano e data entro la quale il tecnico Antonio Conte vorrebbe aver definito le prime operazioni di mercato in entrata per iniziare a lavorare con la squadra che ha in mente. 

La dirigenza sta provando ad accontentarlo anche in questo senso ed in attesa di Diego Godin, che sarà ufficializzato a inizio luglio ma raggiungerà i compagni più tardi visto che è impegnato in Copa America, la giornata di oggi, salvo nuovi slittamenti, sarà quella decisiva per l'acquisto di Stefano Sensi dal Sassuolo. In agenda, scrive 'La Gazzetta dello Sport', per Marotta e Ausilio c'è un incontro con l'Ad Carnevali per chiudere la trattativa che tra prestito, riscatto e bonus arriverà a toccare quota 35 milioni di euro complessivi, ma permette ai nerazzurri di incassare una plusvalenza con Gravillon in Emilia. Dopo Sensi, il mirino si sposterà su Lazaro: l'esterno dell'Hertha Berlino è stato bloccato dopo l'incontro di ieri e ci si avvia verso le firme a passo spedito. Qualche intoppo in più invece nella pista Nicolò Barella, sul quale la Roma ha provato ad inserirsi ma la scelta del calciatore ormai è netta e continua a spingere per andare all'Inter. Si cerca la giusta chiave col Cagliari che salvo sorprese lo cederà proprio ai nerazzurri. La prossima settimana dovrebbe essere decisiva anche per Edin Dzeko, pronto a firmare un biennale con opzione per il terzo anno a 4 milioni di euro a stagione, ma si entrerà anche nel vivo della trattativa per Romelu Lukaku: è un'esplicita richiesta del tecnico Antonio Conte e sarebbe pronta un'offerta ufficiale da 10 milioni per il prestito biennale più 60 per l'obbligo di riscatto.