Mondiali, da De Gea a Olsen: nuove valutazioni e retroscena di mercato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:16

Da Alisson a Schmeichel: portieri protagonisti a Russia 2018

CALCIOMERCATO PORTIERI MONDIALI – Prima Messi, poi Ronaldo e infine Modric. Tre grandi calciatori che potrebbero giocarsi il Pallone d'Oro di quest'anno, ma che sono accomunati ai Mondiali da un rigore sbagliato. O meglio, se si vuole vedere l'altra parte della medaglia, parato. A Russia 2018, infatti, sono soprattutto i portieri finora che si stanno mettendo in mostra. E se per l'islandese Halldorsson contro la 'Pulce' e per l'iraniano Beiranvand contro CR7 si è trattato del punto più alto della propria carriera, per il danese Schmeichel bisogna parlare di una conferma, dopo il miracolo della Premier League vinta con il Leicester di Ranieri. Prestazioni che, come da copione, hanno acceso anche i riflettori del mercato su di loro e contribuito ad alzare le rispettive valutazioni. Per il russo Akinfeev, protagonista dello storico approdo della Russia ai quarti di finale ai danni della favorita Spagna, è invece più giusto parlare di riscatto, visto che prima dei rigori parati a Koke e Aspas veniva ricordato per qualche papera di troppo con il Cska Mosca e per il record di partite consecutive con gol subiti in Champions League.

Calciomercato Roma, retroscena Olsen: le ultime di CM.IT

Spettatrice interessata è soprattutto la Roma, che come è noto potrebbe veder partire il brasiliano Alisson, corteggiato da Real Madrid e Chelsea. Il primo obiettivo dei giallorossi è il francese Areola, ma le alternative non mancano. Particolare attenzione i capitolini la porranno domani all'ottavo di finale tra Svizzera e Svezia, dove militano rispettivamente Sommer del Borussia Monchengladbach e Olsen del Copenaghen che hanno ben figurato nella fase a gironi. Per quest'ultimo, come appreso da Calciomercato.it, la Roma aveva già fatto un sondaggio. Ma l'estremo difensore scandinavo non convince ancora del tutto e l'alta valutazione dei danesi hanno raffreddato la pista. Ma non ci sono solo note positive. Lo spagnolo De Gea è stato tra i più negativi nelle 'Furie Rosse': dalla papera all'esordio contro il Portogallo ai rigori che non è riuscito a parare con la Russia.