Serie A, Tagliavento: “Gol Muntari? Il mio errore più evidente”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:14

Dal Var alle polemiche, l’ex arbitro si guarda indietro

SERIE A TAGLIAVENTO / A partire dallo scorso 13 maggio, Paolo Tagliavento è ufficialmente un ex arbitro. Intervistato da 'Il Messaggero', ha fatto il punto sull'ultima stagione, sulla sperimentazione Var e sulle tante polemiche che vedono gli arbitri protagonisti, lui compreso: “A luglio mi renderò realmente conto di come ci si senta a essere un ex. Abbracci? Se il riferimento è ad Allegri, non vale neanche la pena commentare quanto detto e scritto. Dopo 15 anni e 221 gare è normale ricevere qualche abbraccio, come nel caso di De Rossi”.

CALCIOPOLI – “E' stato un periodo tremendo. Giorni terribili, per quanto mi riguarda. Ero certo della mia onestà e la giustizia sportiva e penale lo hanno appurato in breve tempo”.

GOL MUNTARI – “E' stato il mio errore più evidente. Oggi si sarebbe evitato in un decimo di secondo. Oggi l'arbitraggio è più facile, un tempo eravamo noi arbitri e due assistenti con le bandierine. Si è passati poi agli addizionali, agli auricolari, per poi arrivare alla goal line e al Var. Oggi non si può fare a meno di certo supporti”.

TIFO – “Arbitrare il derby di Roma non è mai stato facile. A seconda di chi perdesse, ero laziale o romanista. Gli score che ogni arbitro ha con una certa squadra sono semplicemente dati per le statistiche”.