Italia, Tavecchio smentisce Ventura: “Mai parlato di dimissioni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:34

L’ex presidente della Federcalcio: “Mi disse che avremmo fatto un grande Mondiale”

ITALIA TAVECCHIO VENTURAStanno facendo molto discutere le dichiarazioni di ieri sera di Giampiero Ventura, ex commissario tecnico della Nazionale, il quale ha detto che si sarebbe dimesso qualora avesso portato l'Italia ai Mondiali. Rivelazioni che non trovano conferme nelle parole dell'ex presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio, che ai microfoni di 'Radio Sportiva' smentisce decisamente l'allenatore ligure: “Io mi sono dimesso e sono stato l'unico. Mi sono fatto carico di tutte le tragedie, chiamiamole così, di quel momento. Era troppo grave la questione e ancorché la Federazione fosse in salute e avesse fatto cose importanti, mi sono dimesso. Ventura? Ognuno fa le sue valutazioni personali, ma certamente non posso sentire uno che in tv dice di aver dato le dimissioni. A me non risulta. Ho sentito Oriali, Ulivieri e Uva, ma a me nessuno ha dato le dimissioni: né Ventura né il suo staff. A me disse che avremmo fatto un grande Mondiale. Mi disse testualmente: 'Stupiremo ai Mondiali'”.

Italia, Tavecchio: “Ecco perché non ho esonerato Ventura”

Visti i problemi nelle ultime gare del girone, ci si chiede perché Ventura non sia stato esonerato prima dei playoff: “Il suo score era di 7 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta contro una corazzata come la Spagna. Se lo avessi esonerato, lo avrei dovuto pagare con soldi non miei bensì degli sponsor – prosegue Tavecchio – E comunque dopo l'andata in Svezia ero sicuro che si potesse ribaltare il risultato. Di dissidi nello spogliatoio non mi è mai arrivato niente: quando sono sceso negli spogliatoi dopo l'eliminazione ho visto solo gente disperata. Non abbiamo nominato nessun direttore tecnico. Ulivieri né altri hanno avuto la minima interferenza nel suo lavoro. Ventura aveva carta bianca su tutto e più poteri di qualsiasi direttore”.