Calciomercato Napoli, accordo Sarri-Chelsea. Ora si tratta sulla clausola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:24

Il tecnico toscano è sempre più vicino a diventare il manager dei ‘Blues’, ma vanno sistemati gli ultimi dettagli

CHELSEA SARRI NAPOLI / Dopo tre anni si è chiusa la sua parentesi al Napoli. Tre anni intensi che sono terminati non in maniera propriamente idilliaca: “Non meritavo di venire liquidato così, davanti alla tv In tre anni ho mandato giù qualsiasi cosa. Ho capito tutto domenica sera..”, lo sfogo dello stesso Sarri trapelato qualche giorno fa, poco dopo l'annuncio di Carlo Ancelotti come suo erede sulla panchina partenopea. Ora per il toscano è tempo di ripartire altrove ed il suo futuro sarà lontano dalla Serie A. D'altronde in passato è sempre stato piuttosto chiaro: “Amo talmente tanto questa tifoseria che se dovessi lasciare il Napoli non potrei affrontarlo da avversario. Anche per questo preferirei un'esperienza all'estero”.

Calciomercato Napoli, Sarri-Chelsea: c'è l'accordo

“London calling” cantavano i Clash. Ed è quello che sta succedendo: come vi abbiamo raccontato, Sarri è in pole per prendere il posto di Conte sulla panchina del Chelsea. Nonostante la corte dello Zenit, la soluzione londinese è sempre stata la sua priorità. Ora questa ipotesi sta diventando sempre più concreta: dopo i contatti delle scorse ore, le parti hanno raggiunto l'intesa economica. Per l'ex allenatore dell'Empoli è pronto un biennale da 5-5,5 milioni di euro all'anno, resta da sciogliere il nodo della clausola da versare a De Laurentiis per liberarlo dal contratto che lo lega ai partenopei fino al 2020: il numero uno azzurro chiede 8 milioni di euro, i 'Blues' sono disposti a pagarne la metà con la possibilità di valutare l'inserimento di alcuni giocatori (in questi giorni si parla molto di David Luiz in chiave Napoli) in un secondo momento. Le negoziazioni procedono a grandi passi, appena verrà trovata la quadra su tutti i dettagli potrà scattare la nuova avventura Oltremanica per Sarri.