Inter, Spalletti contro tutti: preludio a (ennesima) estate rovente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02

Il tecnico ha ‘avvisato’ Suning e criticato la dirigenza, respingendo (per ora) il rinnovo

INTER CONFERENZA SPALLETTI SUNING MERCATO / Cosa avrebbe detto se l'Inter non si fosse qualificata per la Champions? Domanda legittima che ci autoponiamo con sarcasmo all'indomani della conferenza stampa di Luciano Spalletti. L'ultima stagionale, alquanto inattesa nei contenuti considerato che il tecnico è andato proprio contro tutti. Dalla proprietà alla dirigenza fino ai giornalisti, qualcuno nello specifico, difendendo oltremisura il suo lavoro. Una difesa che si può riassumere così: dopo le promesse non rispettate, la squadra uscita dalla campagna acquisti estiva non era da quarto posto ma grazie a me alla fine lo è diventata. 

Spalletti a muso duro: tutti nel mirino da Suning alla dirigenza

Spalletti si è tolto i sassolini dalle scarpe, buttando fuori tutto quello che aveva mandato giù nelle prime due sessioni di calciomercato da allenatore dell'Inter. Un attacco vero e proprio che in altre società non sarebbe stato ammesso e che stamattina i media mainstream hanno molto ammorbidito, pur essendoci – per chi vuole – il video integrale della conferenza. A Suning ha detto papale papale di non aver rispettato i patti iniziali chiedendo maggiore chiarezza con i tifosi come con lui stesso, entrambi illusi all'inizio della passata estate. Aggiungendo che stavolta, se la storia dovesse ripetersi, verrà a farlo presente. Ai dirigenti, presenti in sala, di aver passato le notizie ai giornalisti 'amici' facendo quindi fare i titoloni ai giornali e scoprendo così le strategie societarie drasticamente cambiate poi in corso d'opera. Ai cronisti, a uno in particolare che ha bacchettato per almeno un quarto d'ora, di aver di fatto sopravvalutato la squadra: “Dopo il mercato estivo non ho 'condiviso' l'obiettivo Champions…“. Nella conferenza stampa Spalletti ha anche respinto l'ipotesi rinnovo, quasi a mandare un altro 'messaggio' alla società. E sullo Scudetto nell'anno che verrà: “Bisognerebbe spendere quanto quelli (la Juve, ndr) che vincono da anni e noi abbiamo dei paletti da rispettare”. Insomma quello a cui si è assistito ieri ad Appiano Gentile è sembrato proprio il preludio all'ennesima estate rovente a tinte nerazzurre, con Spalletti nel ruolo di protagonista.