Calciomercato, chi è Davide Ancelotti: dal Bayern al Napoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30

Il figlio di Carlo potrebbe seguire il padre sulla panchina partenopea come a Madrid e Monaco

CALCIOMERCATO NAPOLI ANCELOTTI / Prosegue la trattativa tra Carlo Ancelotti e il Napoli, anche se la firma tarda ad arrivare. L'allenatore emiliano è pronto a tornare in Serie A, dopo nove anni passati in giro per l'Europa. Insieme al tecnico potrebbe arrivare anche il figlio, Davide Ancelotti, che lo ha sempre seguito fuori dai confini nazionali, a partire dall'esperienza in Ligue 1 fino alla Bundesliga con il Bayern Monaco.

Ha meno di trent'anni, classe 1989, la licenza Uefa A per allenare e già vanta un curriculum non indifferente. “Sono un privilegiato. Mi impegno perché so che se negli studi non sono il migliore poi qualcuno può dire che io sia raccomandato. Ma voglio meritarmi ogni cosa” . Con queste parole rilasciate mesi fa e il suo bagaglio di esperienze Davide si affaccia al futuro possibile impegno italiano.

Napoli, dinastia Ancelotti: da Carlo a Davide

Ha iniziato al Psg come preparatore atletico delle giovanili, trovando anche qualche difficoltà a livello organizzativo. Ma è a Madrid e Monaco di Baviera che ha ricoperto ruoli di livello superiore che lo hanno fatto crescere professionalmente. Ha avuto la possibilità di lavorare con grandi campioni e vivere la realtà di società e competizioni importanti. Al Real è diventato assistente e preparatore della prima squadra, riuscendo ad instaurare rapporti stretti con Cristiano Ronaldo e Sergio Ramos.

Al Bayern invece si è fatto spesso confusione, come lui stesso ha riferito, sul ruolo che ha ricoperto. Inizialmente infatti la società lo aveva presentato come semplice preparatore, ma Carlo lo ha voluto senza dubbio come vice allenatore. E per la prima volta nella storia della Bundesliga , un padre e un figlio si sono ritrovati ad allenare la stessa squadra. Dopo l'esperienza tedesca, non conclusasi nel migliore dei modi, Napoli può senz'altro rilanciarlo per portare avanti la sua crescita e il sogno di diventare un grande allenatore.