Calciomercato Inter, nuovo affare ‘alla Skriniar’: ecco i candidati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:43

Entro giugno la società nerazzurra potrebbe ripetere l’operazione conclusa con la Sampdoria un anno fa

CALCIOMERCATO INTER AFFARE ALLA SKRINIAR / Entro il 30 giugno l'Inter dovrà racimolare più di 40 milioni per far quadrare i conti – serve un bilancio in perfetto pareggio – rispettando così il voluntary agreement concordato con l'Uefa in materia di Fair Play Finanziario. Per raggiungere l'obiettivo economico-finanziario, Piero Ausilio è già al lavoro sul calciomercato Inter per realizzare più plusvalenze possibili. Ecco perché, proprio come un anno fa, il Ds nerazzurro progetta una operazione in entrata con inclusa una o più contropartite tecniche.

Calciomercato Inter, da Verdi a Barella: chi sarà lo Skriniar nel 2018?

In poche parole almeno un nuovo affare 'alla Skriniar' concluso con la Sampdoria che, grazie all'inserimento di Caprari, consentì al club di ottenere una corposa plusvalenza. Stando alle ultime indiscrezioni di calciomercato, le squadre candidate sono cinque: il Bologna, la stessa Samp, l'Atalanta, il Cagliari e infine il Sassuolo. In rossoblù spicca Simone Verdi, per il quale Ausilio avrebbe mosso passi importanti nelle ultime settimane, mentre in blucerchiato ci sono diversi nomi che stuzzicano molto il Ds interista: ovvero il terzino destro Bereszynski, il regista Lucas Torreira per il quale è stato fatto un tentativo già lo scorso gennaio, il trequartista belga Praet e il giovane attaccante polacco Kowancki. Anche a Bergamo ce ne sono quattro: Bryan Cristante, il 'Papu' Gomez (che Spalletti voleva alla Roma) il baby Barrow e soprattutto Josip Ilicic, che però oggi Percassi ha blindato. Del Cagliari uno solo, ovviamente Nicolò Barella, che piace molto sempre al tecnico, cosìccome del Sassuolo, cioè Politano. Il Caprari del 2018 potrebbe essere uno dei tanti giovani interessanti di proprietà di Suning, da Andrea Pinamonti a Emmers passando per Odgaard e Valietti. Occhio anche a Karamoh e Dimarco (ora al Sion), che l'Inter è intenzionata a riprendersi esercitando il diritto di ricompra, ma pure ai 'non giovani' fuori dal progetto futuro come Biabiany ed Eder.