Whatsapp, occhio alla truffa dell’app a pagamento

    ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:48

    La Polizia svela un’altra attività illecita

    WHATSAPP TRUFFA PAGAMENTO / La sempre maggiore diffusione di Whatsapp, la più celebre app di messaggistica istantanea online, la rende inevitabilmente obiettivo e mezzo di diffusione di molte catene, virus e tentativi di truffa più o meno pericolosi. Un rischio concreto e crescente per i milioni e milioni di utenti sparsi in tutto il mondo che devono stare costantemente in guardia. Soprattutto quando i messaggi arrivano da contatti sconosciuti o contengono messaggi dal contenuto piuttosto dubbio.

    Whatsapp, la Polizia svela la truffa dell'app a pagamento

    L'ultimo tentativo di truffa che, purtroppo, ha già fatto diverse 'vittime' è stato svelato dalla Polizia che chiede ora massima attenzione. Nelle scorse ore è ricominciato a circolare, infatti, un messaggio-bufala in cui ha iniziato a circolare l’ennesimo messaggio-bufala su Whatsapp nel quale è scritto che la piattaforma di messaggistica istantanea sarebbe diventata a pagamento e gli utenti avrebbero dovuto agire in entro 24 ore, onde evitare di perdere il proprio profilo e, con esso, tutte le chat. Whatsapp, ovviamente, non è a pagamento e non c'è alcun abbonamento da sottoscrivere. Il consiglio, dunque, è di non cliccare sui link ricevuti, bloccare l'utente se sconosciuto e cercare di avvertire i vostri conoscenti. Ripetiamo: Whatsapp non è pagamento. E quasi certamente non lo sarà mai.