Calciomercato Fiorentina, ristrutturazione al via: chi può uscire?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59

Da Kalinic a Badelj passando per il caso Bernardeschi: come i viola potrebbe monetizzare in estate

CALCIOMERCATO FIORENTINA / A Firenze la stagione si è chiusa senza sussulti: niente coppe europee nella prossima annata, ma a far male ai tifosi è stato soprattutto il calo netto della compagine allenata da Paulo Sousa. La Fiorentina che aveva addirittura grattato il tetto della Serie A lo scorso anno si è spenta pian piano uscendo repentinamente di scena negli ultimi mesi, dove ha lottato solo timidamente per un piazzamento da Europa League. Sarà anno zero per i viola che senza coppe continentali avranno la possibilità di concentrarsi totalmente sul campionato (e perché no sulla Coppa Italia). Il calciomercato in questo senso sembra portare sempre più verso una rivoluzione: per la panchina è questione di dettagli, ma sarà Stafano Pioli a prendere il timone dei toscani. Un gradito ritorno per molti fiorentini visto il passato da giocatore per l'ex tecnico di Lazio ed Inter. 

Calciomercato Fiorentina, il punto sulle possibili cessioni

La rosa verrà ritoccata in maniera significativa anche perché alcune cessioni sembrano quasi certe. Oltre all'addio di Gonzalo Rodriguez, svincolato e libero di accordarsi con un altro club a costo zero, i viola proverrano a monetizzare con qualche addio. Kalinic da questo punto di vista potrebbe essere la cessione più remunerativa, ma i tanti milioni dei cinesi di gennaio non dovrebbero tornare ad essere una possibilità. Ilicic è quasi certo dell'addio, come Tatarusanu che lascerà il posto a Sportiello o eventualmente ad un nuovo sostituto. Anche Badelj ha degli estimatori: la Fiorentina per adesso però ha detto no a tutte le offerte, ritenute troppo basse. Infine Bernardeschi: la sua situazione sarà il vero nodo cruciale perché un suo addio vorrebbe dire contante fresco da reinvestire ed allo stesso tempo meno sacrifici a livello numerico per una rosa che comunque dovrà essere rinfrescata. In poche settimane le prime risposte.