Juventus-Real Madrid, Allegri: “Quanta negatività, mi dà fastidio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Il tecnico all’inizio della settimana che porterà alla finale di Cardiff

JUVENTUS REAL MADRID CONFERENZA ALLEGRI / Parte il countwodn: oggi inizia la settimana che porterà alla finale Champions di Cardiff. Le news Juventus sono tutte concentrate su sabato 3 giugno quando la squadra di Allegri proverà a conquistare soffiare la coppa dalle grandi orecchie al Real Madrid. Proprio il tecnico bianconero inizia la settimana con una conferenza stampa che apre il programma Uefa di avvicinamento alla gara: Calciomercato.it vi offre le sue dichiarazioni. 

HYSEL – “Voglio ricordare le 39 persone scomparse in una serata che doveva essere di festa. Il pensiero va alle famiglie”. 

CHAMPIONS – “C'è da affrontare questa settimana senza ansia altrimenti non arriveremo pronti. L'ottimismo deve esserci ma non mi sembra giusto – come sento dire in giro – la Juventus è la favorita. Il Real Madrid ha vinto due Champions negli ultimi anni, è abituata alle finali: serve autostima, ma anche la consapevolezdza che giocheremo contro il Real Madrid”. 

FINALE – “Sarà una grande finale e dovremo essere bravi. Ci vorrà calma, equilibrio: le qualità singole dei giocatori faranno la differenza. Abbiamo grande convinzione di portare a casa questo trofeo, pur sapendo che è una finale contro il Real Madrid”. 

DEFINIZIONE PER GIOCATORI – “Sono fantastici, hanno fatto una stagione straordinaria. Li ringrazio al di là della parttia di sabato. Noi dobbiamo avere più motivazione di loro: fino ad ora non posso che ringraziare tutta la rosa a disposizione perché ha fatto un'annata straordinaria. Il campionato non è stato facile, Roma e Napoli hanno fatto un campionato straordinario e noi abbiamo fatto di più. Il calendario lo abbiamo riempito e quello era l'obiettivo. Ora manca l'ultimo pezzo”. 

DISCORSO – “C'è poco da dire, bisogna essere concentrati su cosa fare senza ansia. Andiamo là fiduciosi con più convinzione di due anni fa ma sapendo che di fronte abbiamo il Real Madrid”. 

DUBBIO – “Mancano cinque giorni alla partita. Siamo in una buona condizione fisica, mentale non può essere meglio di così. Faremo un allenamento al giorno, non più di uno e neanche tanto lungo e poi venerdì andremo a Cardiff”. 

DA BERLINO A CARDIFF – “C'è stata una crescita costante da parte di tutti. La Juventus deve abituarsi di nuovo ad essere costantemente nelle prime otto e quindi viverla con meno ansia che ti porta a sprecare energia. Abbiamo bisogno di affrontare la settimana come se fosse una partita normale, poi è ovvio che a Cardiff vivremo una giornata speciale”. 

PSICOSI FINALE PERSE – “E' una partita importante dove bisogna fare le stesse cose fatte in questi anni. La negatività porta negatività, la positività porta positività. Quando sono arrivato qui c'era un alone di negatività. Anche oggi sento dire la finale ne abbiamo perse otto, ecc. La finale è la finale: l'importante è arrivarci. Se si vince bene, ma siamo al posto giusto nel momento giusto. Tutto quest'ansia e negatività mi dà fastidio”. 

RINFORZI – “Quando fai due finali di Champions migliroare la squadra significa comprare pochi giocatori ma di grande livello ed è difficile trovarli. Ma la società è così brava che ci riuscirà per far mantenere la squadra tra le prime otto d'Europa”. 

Juventus-Real Madrid, Allegri carica Higuain: “Farà una grande finale”

HIGUAIN E DYBALA – “Serviva un po' di tempo per conoscersi, ma sono stati bravi ed ora hanno una grande intesa, insieme a tutti gli altri”. 

HIGUAIN E LE FINALI – “Higuain magari in finale farà gol. Deve stare molto sereno e fare una partita giusta. Poi prima di Monaco avevano detto che non sapeva giocare certi tipi di partite e ha fatto gol. Credo che Higuain farà una grande finale”. 

PEGNO – “Non la bicicletta che non fa per me. Faccio i complimenti al Crotone e a Nicola che ha fatto una grande impresa”.

ATMOSFERA – “C'è più positività e convinzione. C'è stato dopo Berlino un percorso di crescita. La squadra è cresciuta, è stato fatto un percorso affascinante, bello. Ora siamo dentro le centrifuga ed è bello starci. Lunedì quando penseremo a quanto fatto in questi tre anni, tutti debbano ritenersi soddisfatti. Ma dobbiamo portare a casa la coppa. A me arrivare in finale di Champions mi dà una gioia immensa: mi ritengo fortunato a sedermi in panchina sabato a Cardiff”. 

REAL MADRID – “Zidane ha dato equilibrio e Casemiro è il giocatore chiave, quello che dà equilibrio alla squadra”. 

ZIDANE – “Vincere la Champions il primo anno, vincere il campionato e arrivare di nuovo in finale Champions non è da tutti. Gestire una grande squadra non è facile. Non è solo tattica, ci sono tante sfacettature. Sono convinto che Zidane è un grande allenatore e lo ha dimostraato nelle seppur breve carriera che ha fatto”. 

PARTITA PIU' IMPORTANTE – “La seconda: la prima l0abbiamo persa a Berlino. Ora abbiamo la convinzione che dobbiamo portare a casa questa coppa. E' una sfida affascinante e lunga da giocare”. 

ISCO O BALE – “Hanno caratteristiche diverse e abbiamo tre giorni per prepararci”.