PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-GENOA: è Champions diretta!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:42

Nell’ultima sua gara con la maglia della Roma, Francesco Totti si regala l’ultimo film all’Olimpico’. Gara folle, decisa nel recupero

#CAPITANODAY - Il meglio di Francesco Totti
Watch this video on YouTube.

SERIE A ROMA GENOA PAGELLE TOTTI / La sfida a distanza col Napoli la vince la Roma, con una rete al 90' di Perotti, che fa esplodere di gioia l'Olimpico', che impazzisce per il suo capitano: Francesco Totti. E' un addio festante il suo, nonostante il batticuore serpeggi sugli spalti, subendo ben due reti da un Genoa ormai salvo. Totti lascia una Roma in Champions League, tra gli applausi, i flash, in un match vero ed esaltante, com'è giusto che fosse quello d'addio di una leggenda come la bandiera giallorossa.

 

ROMA

Szczesny 4,5  – Non può nulla sul gol di Pellegri ma non dà sicurezza al reparto. Rischia di regalare il raddoppio con un'uscita disastrosa fuori area e sbaglia del tutto i tempi sul pari di Lazovic.

Rudiger 5  – E' il più attento della difesa di Spalletti nel primo tempo, crollando nella ripresa. Ninkovic e Laxalt fanno il bello e cattivo tempo dalle sue parti.

Manolas 5 Grave disattenzione su Pellegri, che gli sfugge e punisce Szczesny. E' una gara cruciale me si dimostra fin troppo distratto.

Fazio 5  – Troppi cali di tensione, nonostante l'esperienza. In netto ritardo sul colpo di testa di Lazovic.

Emerson s.v. Dal 18' Mario Rui 5  – Spesso in ritardo negli interventi, sia in difesa che in mediana. Lo scarso minutaggio nelle gambe fa sentire il proprio peso, come in occasione del 2-2.

De Rossi 8 Gara di grande sacrificio la sua, ripiegando spesso in difesa. Risolleva una Roma schiava dell'ansia da risultato, da vero romano e romanista. Uno sforzo incredibile il suo, duranto l'intero match ed esaltato dalla rete di Perotti.

Strootman 7 – L'olandese è in giornata, servendo assist pregevoli per i compagni, che sprecano tanto. Nella ripresa, con Totti assistman, tenta anche la conclusione, con poca fortuna.

Salah 5 – Prova anonima la sua, senza alcuno spunto interessante. Dal 53' Totti 10 – Un campione della caratura di Totti non può essere circoscritto da numeri ma, se così dev'essere, non può ritrovarsi con altro voto se non il 10 in tabellino. Si chiude con lui una delle pagine più belle della storia del calcio italiano. A Roma è andato in scena l'addio di uno dei giocatori più forti tra quelli che abbiano mai calcato un campo di calcio.

Nainggolan 6 – Manca il lampo del 'ninja' in attacco, mentre in mediana cede spesso il ruolo da protagonista a Strootman. Migliora nella ripresa, avanzando la propria posizione.

El Shaarawy 6  – Si muove tanto ma spreca più di un'occasione. Davvero ghiotta quella in area, nel primo tempo, con un diagonale largo. Dal 68' Perotti 8 – La decide lui, portando la Roma ai gironi di Champions League. Un lampo decisivo, che fa esplodere l'Olimpico'.

Dzeko 7 – Ha il merito di riportare la calma all'Olimpico'. La sua rete innesca una nuova fase del match, fatta di costanti attacchi giallorossi. Nella fase finale ha la lucidità di non scagliare un tiraccio su Lamanna ma servire un assist al centro, valdo per il 2-1.

All.: Spalletti 5 – Non riesce a tenere alta la tensione nello spogliatoio, con la squadra che sottovaluta la voglia di ben figurare del Genoa. A tratti la squadra di Juric prende il controllo, con il tecnico che deve tutto alla voglia dei suoi, al carattere della squadra. Perotti evita un'estate di tormenti.

GENOA

Lamanna 7,5 – Nulla può sulla rete di Dzeko ma, al 20', salva tutto su Dzeko, a un passo dal vantaggio. Sempre attento, tra i pali e in uscita, come sul colpo di testa di El Shaarawy.

Biraschi 6  – Buona la sua gara. Fa sentire spesso il fisico a Dzeko ed El Shaarawy, evitando il peggio a inizio ripresa.

Munoz 5,5 – Quantità e poca qualità, al solito. Spesso sale fino a centrocampo, lasciando ampi spazi alle sue spalle, che lo costringono a falli ingenui di contenimento.

Gentiletti 6  – Perde spesso il confronto con Dzeko, sia per questioni fisiche che per sbagliato posizionamento. Si riprende nel secondo tempo, con due interventi chiave, proprio sull'ex City ma soprattutto su Totti, pronto al tiro dal dischetto.

Lazovic 7,5 – Un secondo tempo da protagonista, trovando forza e velocità quando la difesa della Roma crolla fisicamente. Segna un gol insperato e sfiora il raddoppio, fermato solo dal palo.

Cofie 6 – Pressing costante in mediana, con qualche intervento chiave in difesa. Vero protagonista della retroguardia di Juric.

Hiljemark 6 – Una spina nel fianco della difesa giallorossa. Sempre alla ricerca dell'inserimento vincente, che però non arriva. Dal 56' Cataldi 5  – Entra bene ma poi si perde col passare dei minuti. Poco pressing in difesa e scarsa reattività in attacco.

Laxalt 6 – Ha voglia di mettersi in mostra, giocando con la calma di chi non ha nulla da perdere. Pressa la difesa giallorossa e, sull'uscita malaugurata di Szczesny, rischia anche di siglare lo 0-2.

Veloso 6 – Prova a dettare i tempi della squadra, con precisione altalenante. Il gioco del Genoa però passa sempre dai suoi piedi.

Pellegri 7,5  – Pronti, via. Al 3' di gioco è già Genoa in vantaggio. Conferma quanto di buono fatto vedere in Primavera, sfuggendo a un disattento Manolas. Dal 69' Ntcham 5 – Entra e fa davvero poco. Dovrebbe dare energia all'attacco 

Palladino 4,5 -- E' il meno attivo del reparto offensivo di Juric. Spreca da fuori, sul malaugurato rinvio di Fazio, per poi perdere puntualmente ogni faccia a faccia con i centrali di Spalletti. Dal 50' Ninkovic 6,5 – Entra in campo con la voglia giusta, mettendo in apprensione Rudiger sulla fascia di competenza.

All.: Juric 7 – Il suo Genoa non ha più obiettivi da raggiungere ma sfodera una prestazione magnifica. Rabbia e tecnica, elementi mancati durante l'intera stagione.

Arbitro: Tagliavento 6  – Gara non complicata ma pesa sulla valutazione il tocco di braccio di Dzeko in occasione della rete dell'1-1. Attenta la squadra arbitrale in occasione del fuorigioco di Fazio nel finale, quando l'Olimpico' chiedeva a gran voce il rigore.

ROMA-GENOA 3-2
3' Pellegri (G); 10' Dzeko (R); 74' De Rossi (R); 79' Lazovic (G); 90' Perotti (R)

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Emerson (Dal 18' Mario Rui), Fazio, Manolas, Rudiger; De Rossi, Strootman, El Shaarawy (Dal 68' Perotti), Nainggolan, Salah (Dal 53' Totti); Dzeko. A disposizione: Alisson, Grenier, Jesus, Lobont, Paredes, Peres, Gerson, Vermaelen. All.: Spalletti

Genoa (3-4-1-2): Lamanna, Biraschi, Munoz, Gentiletti; Lazovic, Cofie, Hiljemark (Dal 56' Cataldi), Laxalt; Veloso, Pellegri (Dal 69' Ntcham), Palladino (Dal 50' Ninkovic). A disposizione: Beghetto, Burdisso, Rubinho, Morosini, Zima. All.: Juric

Arbitro: Tagliavento di Terni

Marcatori: Pellegri, Dzeko

Ammoniti: Perotti, Dzeko

Espulsi