PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-CHIEVO: Gomez da record

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:33

Grandi applausi per l’addio al calcio giocato di Raimondi e Migliaccio, tra i veneti spezzone di gara per il baby Vignato

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA CHIEVO PROMOSSI E BOCCIATI / Si chiude con una vittoria la stagione magica dell'Atalanta: il Papu Gomez si conferma protagonista assoluta firmando la rete che permette ai bergamaschi di avere la meglio del Chievo. Festa nerazzurra e passarella finale per Raimondi e Migliaccio che salutano tra gli applausi il calcio giocato. 

ATALANTA

Gollini 6 – Partita quasi da spettatore: ordinaria amministrazione e la zampata finale sulla conclusione ravvicinata di Pellissier. 

Toloi 6,5 – Azzarda anche qualche sgroppata in avanti, approfittando della poca pericolosità del Chievo. 

Caldara 6 – Gara semplice da amministrare con gli avanti clivensi che quasi mai provano a rendersi pericolosi. 

Masiello 6 – Un pomeriggio di assoluta tranquillità: il numero di volte che il Chievo supera la trequarti avversaria si contano sulle dita di una mano. 

Conti 6 – Meno spinta del solito, la classica partita di fine stagione. Un'annata magnifica per l'Atalanta che ha anche il suo marchio. 

Cristante 6,5 – Illumina una partita giocata a ritmi blandi mandando in rete il Papu Gomez. Poi sfiora il gol con un tiro da fuori. 

Freuler 6 – Inizio un  po' incerto rispondo agli standard soliti, poi carbura e nel secondo tempo torna a livelli accettabili. 

Raimondi 6,5 – La partita dell'addio: la standing ovation e l'abbraccio di compagni e tifosi per una carriera colorata per sette anni da nerazzurro. Dal 51' Spinazzola 6,5 – Mette subito la freccia e lo zampino nell'azione del gol decisivo. Un paio di progressioni importanti poi si adegua anche lui ai ritmi di fine match. 

Kurtic 6 – Gasperini lo rimprovera più volte nel primo tempo, ma le urla non sortiscono poi chissà quale effetto. Dall'86' Migliaccio sv – Nel giorno dell'addio al calcio, si commuove già prima di entrare in campo. 

Gomez 7,5 – E' la 'Papu dance' il ballo dell'anno: 16 sigillo stagionale per l'argentino che celebra eguagliando il record di gol di Denis e Doni la convocazione in Nazionale. Decisivo, come sempre. Dal 71' Kessie 6 – Pochi minuti per salutare il pubblico: difficilmente il prossimo anno indosserà ancora la maglia dell'Atalanta. 

Petagna 6 – Il solito prezioso lavoro per la squadra e l'altrettanto solito poco cinismo sotto porta. 

All.: Gasperini 7,5 – Voto ad un allenatore che ha condotto l'Atalanta ha compiere una vera impresa. L'Europa a Bergamo mancava da un po' di anni e lui è riuscito a riportare i nerazzurri a partecipare ad una competizione continentale nonostante l'inizio ad handicap. Dal rischio esonero all'amore tributato dai tifosi bergamaschi, il passo è breve grazie ad una stagione vissuta sempre con il piede sull'acceleratore. 

CHIEVO

Seculin 6,5 – Non ha colpe sulla rete di Gomez: se lo ritrova a tu per tu e non gli riesce il miracolo. Per il resto si fa trovare sempre pronto. Salva nel finale su Cristante con l'aiuto del palo. 

Cacciatore 5,5 – Si fa sfuggire Gomez che ha il tempo di stoppare e battere a rete Seculin. Macchia importante in una partita condotta fino ad allora senza sbavature. 

Spolli 6 – Per un tempo Gomez e Petagna non riescono quasi mai a rendersi pericolosi, complici anche i ritmi da fine stagione. Basta un attimo di sbandamento ed ecco che arriva la sentenza del Papu. 

Cesar 6 – Attento e preciso, cerca di fare la sua parte. 

Gobbi 6 – Non lo si vede quasi mai in avanti, anche se Conti sul suo lato non spinge più di tanto. 

Depaoli 6 – Parte un po' timido, migliora nella ripresa ma nulla di eclatante. 

Izco 6 – L'unico almeno a provare a creare pericoli dalle parti di Gollini con una conclusione alla distanza. 

de Guzman 5 – Maran gli chiede un po' di inventiva, ma l'olandese non la becca mai. Dal 62' Vignato 6 – Passarella per il ragazzino classe 2000. 

Bastien 6 – Difficile fare meglio con una squadra che va a ritmo ridotto. 

Birsa 5,5 – Schierato al fianco di Inglese da Maran, dimostra di non gradire questa posizione. Dal 70' Kiyine 6,5 – Entra e subito rischia di trovare il gol con una conclusione che costringe Gollini a rifugiarsi in angolo. 

Inglese 5 – Il Chievo bada per lo più a non prenderle e lui riceve pochi palloni giocabili. Dal 46' Pellissier 5,5 – Non un grande impatto sul match ma del resto il Chievo non prova quasi mai ad impensierire la retroguardia bergamasca. 

All.: Maran 6 – La salvezza conquistata con largo anticipo e metà campionato da giocare senza grandi motivazioni. Il suo Chievo si conferma comunque una realtà di questo campionato. 

Arbitro Celi 6 – Ultima giornata di assoluta tranquillità per l'arbitro di Bari che oggi chiude la sua carriera dopo oltre 140 presenze nel massimo campionato. Nessun episodio da segnalare. 

TABELLINO

Atalanta-Chievo

Atalanta (3-5-2): Gollini; Toloi, Caldara, Masiello; Raimondi (dal 51' Spinazzola), Cristante, Freuler, Conti; Kurtic (86' Migliaccio); Petagna, Gomez (71' Kessie). A disposizione: Rossi, Zukanovic, D'Alessandro, Pesic, Hateboer, Paloschi, Mounier, Grassi, Bastoni. All.: Gasperini.

Chievo (4-3-1-2): Seculin; Cacciatore, Spolli, Cesar, Gobbi; Depaoli, Izco, de Guzman (62' Vignato); Bastien; Birsa (70' Kiyine), Inglese (46' Pellissier). A disposizione: Sorrentino, Bressan, Gakpè, Isufaj, Pogliano, Sardo, Frey, Troiani, Robbas. All.: Maran.

Arbitro: Celi

Marcatori: 52' Gomez (A)

Ammoniti: 77' Caldara (A)

Espulsi