Milan, Montella tranquillo: “Gattuso non è ingombrante”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:06

L’allenatore rossonero promuove il ritorno dell’ex giocatore

MILAN NEWS MONTELLA GATTUSO / Il ritorno di Gennaro Gattuso ha generato molto entusiasmo nell'ambiente Milan. La mossa di Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli è stata apprezzata moltissimo dai tifosi rossoneri, che considerano 'Rino' un idolo. Dopo le esperienze travagliate sulle panchine di Sion, Palermo e Pisa il 39enne calabrese ha accettato di allenare la Primavera milanista. Per qualcuno un passo indietro, ma non per lui, molto motivato nell'affrontare questa nuova avventura nel club in cui ha militato per 13 anni. E alcune news Milan circolate già lo indicano come possibile sostituto di Vincenzo Montella in futuro.

Milan, Montella non preoccupato da Gattuso

A precisa domanda su un approdo sulla panchina della Prima Squadra del Milan, Gattuso ha smentito di avere al momento questa ambizione. Lui intende fare il suo percorso biennale in Primavera e poi si vedrà. Non intende assolutamente mettere pressioni a Montella, anche perché non si sente ancora pronto per guidare il 'Diavolo'. E' stato molto apprezzato per le sue parole, dalle quali si evince ulteriormente la sua umiltà e la voglia di crescere come tecnico prima di puntare a ruoli di primo piano.

Montella ha avuto modo di commentare il ritorno di Gattuso nel corso dell'odierna conferenza stampa da Milanello e si è espresso positivamente: “Abbiamo parlato tantissimo delle nostre metodologie di lavoro. Avrà le porte di Milanello e del mio spogliatoio aperte. Ci sarà la massima disponibilità, ci conosciamo da tanti anni. Sono sereno, non c'è nessun problema da parte mia. Non lo sento ingombrante, può essere un valore per i giovani“.

Considerando che già nel recente passato allenatori della Primavera, come Filippo Inzaghi e Cristian Brocchi, sono approdati sulla panchina della Prima Squadra, è stato normale accostarvi pure Gattuso. Ma il Milan al momento si tiene stretto Montella, con cui la società sta costruendo la squadra del futuro pianificando le mosse del calciomercato estivo. L'ex tecnico del Pisa invece è concentrato su questa esperienza, che può rilanciarlo dopo alcuni anni complicati.