Cagliari-Milan, Montella: “Donnarumma? Non è ‘normale’…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:12

Ecco le parole del tecnico rossonero alla vigilia della sfida

CAGLIARI MILAN CONFERENZA MONTELLA / Ultimo atto di un campionato ricco di alti e bassi, con il Milan che è riuscito a conquistare l'Europa League, anche se attraverso i preliminari, alla penultima giornata. 

Obiettivo raggiunto per Vincenzo Montella che, in conferenza stampa, ha commentato le ultime news sul calciomercato Milan, alla vigilia della sfida in casa del Cagliari. Ecco quanto evidenziato da Calciomercato.it: “Ho convocato Bonaventura perché lo vorrei in vacanza da recuperato, mentalmente, e non ancora infortunato. Gattuso? Avrà le porte di Milanello e la mia sempre aperte. Ci sarà collaborazione tra noi, conoscendoci anche da tanti anni. Col Cagliari domani non avremo l'assillo del risultato. Andremo lì solo per giocare e, se saremo concentrati, potremo fare molto bene

GATTUSO – “Sono sereno e non c'è alcun problema per me nell'averlo al Milan. Non lo sento ingombrante, anzi. Può essere solo un valore per i giovani”.

VOTO – “Se c'è stata una crescita importante dei calciatori, giovani e meno giovani. A livello di patrimonio credo il club sia cresciuto e si sia fatto un buon lavoro. L'ambizione ovviamente è quella di fare sempre meglio. Voto 8? Mi è sempre piaciuto di più nove (ride ndr)”.

Calciomercato Milan, il futuro di Donnarumma e Montella

DONNARUMMA – “E' un giocatore del Milan e fin quando lo sarà, verrà trattato come tale ovviamente. Dal punto di vista tecnico gradirei che si risolvesse la cosa. Ho un grande affetto nei confronti del ragazzo, così come la società stessa, che lo sta dimostrando in privato. Spero il tutto si risolve in fretta, anche per farlo andare serenamente in vacanza, staccando per davvero, senza dover pensare al futuro. Raiola? Non rispondo a quanto detto. Ovvio che la società debba sapere del futuro del giocatore, che non è uno 'normale', così da poter programmare. Avere prima possibile delle risposte dunque è fondamentale”.

TRIBUNA DONNARUMMA – “Le mie scelte sono sempre vincolate da quanto detto dal campo. Nessuno mi impone nulla. Storari? Deciderò domani chi giocherà, come sempre. Famiglia? Credo sia lui a dover dare indicazioni sul futuro a chi lo rappresenta”.

FUTURO MONTELLA – “Anche per quanto riguarda me, spero di risolvere a breve, così da andare sereno in vacanza. Essendo però un allenatore, potrei anche staccare senza risolvere questa situazione (ride ndr), a differenza dei calciatori”.

MERCATO – “Pasalic e Deulofeu? Non mi va di parlare di mercato. Sono state fatte delle valutazioni ma, col contratto in scadenza, si apre un mondo parallelo che riguarda la società, che decide. Io voglio fare l'allenatore, non m'interessa altro. Io alleno i calciatori che il club mette a disposizione, sui quali ci confrontiamo”.