Inter, D’Ambrosio: “Serve un tecnico italiano. Spalletti? Non so…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:55

Il difensore nerazzurro spiega la ricetta per il rilancio

NEWS INTER D'AMBROSIO SPALLETTI / La stagione che va a concludersi si è risolta in un esito fallimentare per l'Inter. La squadra nerazzurra ha fallito tutti gli obiettivi stagionali, compreso quello minimo della qualificazione in Europa League. Per la prossima annata, l'obiettivo è il rilancio, senza se e senza ma. Simbolicamente, il club ha inteso ripartire, stamattina, con la presentazione della nuova maglia. A margine dell'evento, presente anche il giocatore nerazzurro Danilo D'Ambrosio, che in un'intervista a 'Premium Sport' ha parlato di news Inter, del bilancio della stagione appena conclusa e delle prospettive per la nuova.

Inter, D'Ambrosio: “Spalletti? Penso al presente, ma serve un allenatore italiano”

“Speriamo di poter regalare soddisfazioni indossando la nuova maglia – ha detto – Non possiamo più permetterci campionati come questo, dall'anno prossimo cercheremo di raggiungere la Champions League. Quest'anno ci sono stati troppi alti e bassi, la colpa è nostra perché potevamo sicuramente dare qualcosa in più. Dobbiamo metterci la faccia e poi guardare gli altri, ripartiamo da quello che abbiamo fatto di buono”. L'ambiente non è sereno e i casi Joao Mario Gabigol lo dimostrano. “Non so se abbiano chiesto scusa o no – ha spiegato D'Ambrosio – Sono stato influenzato e non ero presente negli spogliatoi in questi giorni”. E' chiaro, comunque, che nella prossima stagione dovranno cambiare molte cose: “Sono d'accordo con il direttore Ausilio – ha dichiarato il terzino – Serve un allenatore italiano, la società sa chi prendere”. L'Inter sembra vicinissima a Spalletti, ma D'Ambrosio non si sbilancia: “Domenica giochiamo con l'Udinese – ha affermato – Penso al presente, poi si vedrà”. Le sue prestazioni gli hanno permesso di essere uno dei pochi a salvare quasi sempre la faccia e probabilmente non verrà toccato dalla rivoluzione nerazzurra in sede di calciomercato. Ma i tifosi dell'Inter, certamente, si aspettano che quanto da lui dichiarato non siano soltanto proclami.