Calciomercato Roma, il Trastevere ci prova: “Totti torna qui!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:55

L’ex club del capitano giallorosso ha lanciato la proposta al giocatore

CALCIOMERCATO ROMA TOTTI TRASTEVERE / “Pronto per una nuova sfida”: Totti ha lanciato il messaggio. Ed una suo ex club è pronto a raccoglierlo: si tratta della Smit Trastevere (oggi Trastereve Calcio), formazione nella quale il capitano giallorosso ha militato prima di trasferirsi alla Lodigiani, preludio del suo approdo a Trigoria

“Leggendo il post di Francesco Totti apparso quest'oggi su Facebook, dal quale traspare un suo possibile addio alla Roma e, soprattutto, alla città, non posso nascondere la mia tristezza e la mia preoccupazione. Non voglio immaginare che la nostra Città possa perdere con tanta superficialità un vessillo, un emblema così importante, simbolo del calcio e dello sport della Capitale e della romanità stessa. Non voglio neppure pensare Francesco Totti lontano da Roma: una contraddizione in sé. E se non è possibile per lui continuare a coltivare la sua passione a Trigoria, non posso che rinnovargli quell'invito fattogli esattamente un anno fa che immagina un affascinante progetto insieme a noi”, ha scritto Pier Luigi Betturri, patron della formazione che milita nella Serie D, sul medesimo social network.

“Il Trastevere Calcio, al momento, non è certo comparabile con i palcoscenici calcistici vissuti dal Capitano – ha proseguito – però è una Società con antiche radici, affidabile, in cui brilla la passione sportiva e soprattutto è il posto in cui è iniziata, nel 1985, la sua straordinaria carriera. Qui è sempre valida la proposta per quell'ambizioso progetto di unire il Trastevere a Francesco Totti e poter così sviluppare quel meraviglioso disegno finalizzato a creare un terzo polo calcistico nella Capitale. E la casa di questo proponimento non potrebbe che essere uno 'Stadio Flaminio' riqualificato e restituito alla città nelle sue bellissime oblique forme architettoniche, così da permettere a un grande calciatore di continuare a coltivare la sua indomita passione per il calcio, consentendo, al tempo stesso, ai suoi tantissimi tifosi ed ammiratori di continuare a seguirlo nella sua città, luogo non accostabile a nessun'altro in fatto di emozioni!”.