Calciomercato Roma, striscione per Spalletti: i tifosi con il tecnico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:10

Non tutti i supporters giallorossi vogliono l’addio del toscano

CALCIOMERCATO ROMA SPALLETTI / Gli ultimi 90 minuti di Totti con la maglia della Roma coincideranno, al 99%, con gli ultimi di Spalletti sulla panchina giallorossa. Stagione tribolata, quella del tecnico toscano, eliminato con i suoi dal preliminare di Champions e prematuramente da Coppa Italia ed Europa League. Con un secondo posto ancora alla portata, certo, che sarebbe oltretutto di fondamentale importanza per il futuro dei capitolini, ma che forse non era quello che l'ambiente si aspettava. E nemmeno lo stesso tecnico, che, sebbene da alcuni giorni abbia corretto il tiro parlando di risultato notevole, è pronto a lasciare, mantenendo fede a quanto detto più volte nel corso dell'anno, ossia che a fine stagione sarebbe andato via se non fosse riuscito a vincere. Alimentando per tutta l'annata quelle voci di calciomercato di cui in effetti non avrebbe voluto parlare.

Calciomercato Roma, i tifosi stanno con Spalletti: striscione per il tecnico

Il primo tassello del calciomercato Roma sarà dunque, con grandissima probabilità, proprio la sostituzione dell'allenatore di Certaldo. Il posto di Spalletti sulla panchina della Roma dovrebbe essere preso da Di Francesco. Ma, nonostante un rapporto non sempre idilliaco con l'ambiente, si registra una presa di posizione a favore del toscano. Questa notte è apparso a Trigoria uno striscione inneggiante a lui: “Quattro scemi con un microfono non sono la tifoseria romana. Luciano resta, Roma è con te”. Un episodio sintomatico dell'apprezzamento dei supporters giallorossi verso il lavoro compiuto nell'anno e mezzo della sua seconda avventura nella capitale. E che forse cela un dubbio condiviso da molti: con quali presupposti inizierà il nuovo ciclo? Davvero sarà compiuto un salto di qualità, o c'è il rischio di un salto nel vuoto, dovendo ricominciare tutto (o quasi) daccapo, sebbene Di Francesco, da ex romanista, troverebbe sicuramente un ambiente ben disposto? Gli interrogativi sono molteplici. La fine del campionato – c'è ancora un secondo posto da conquistare, domenica con il Genoa, comunque – e l'inizio del mercato inizieranno a scioglierli.