Calciomercato Inter, da Conte a Spalletti: il punto sulla panchina

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19

A meno di colpi di scena Stefano Pioli verrà esonerato a fine stagione

CALCIOMERCATO INTER / Il calciomercato Inter non può davvero partire senza il nome dell'allenatore. Che, a meno di colpi di scena, non sarà Stefano Pioli. Anche in caso qualificazione alla prossima Europa League – il sesto posto occupato dal Milan è distante tre punti a quattro giornate dal termine del campionato – il gruppo Suning dovrebbe dare il benservito, con annessa buonuscita, al tecnico emiliano in pole per la panchina della Fiorentina. Come suo successore la proprietà nerazzurra vuole un top. Nello specifico uno tra Antonio Conte, che è il preferito, e Diego Simeone. Il problema è che entrambi sono difficili da raggiungere. Col passare dei giorni, e al di là della semi apertura del suo 'consulente' Pastorello, il salentino – a cui Zhang avrebbe proposto quattro anni di contratto a 15 milioni netti a stagione – si avvicina alla permanenza al Chelsea con cui ha peraltro un contratto in scadenza nel 2019. Una risposta definitiva riguardo il suo futuro è attesa per il 28 maggio, giorno in cui sfiderà l'Arsenal nella finale di FA Cup.

Calciomercato Inter, da Simeone a Spalletti e Jardim: chi al posto di Pioli?

Il 'Cholo', invece, ha ribadito più volte di voler restare all'Atletico Madrid almeno fino alla scadenza del contratto (2018), tanto che settimane addietro si è fatto immortalare nel nuovo stadio in costruzione dei 'Colchoneros', il 'Wanda Metropolitano' che farà il suo debutto l'anno a venire. Nelle ultime ore, poi, indiscrezioni di calciomercato parlano di un suo possibile trasferimento al Paris Saint Germain che è caccia del sostituto di Emery. I francesi ci hanno provato già un anno fa, e magari stavolta l'assalto può andargli bene… Tra i due per così dire litiganti potrebbe spuntarla Luciano Spalletti. Secondo le nostre indiscrezioni, il mister di Certaldo in scadenza con la Roma è stato proposto già a gennaio da alcuni intermediari e rappresenterebbe una sorta di compromesso tra la parte cinese e quella italiana dei vertici interisti. Tuttavia il neo Ds giallorosso Monchi ha dichiarato di voler provare a trattenerlo nella Capitale. Quindi per la panchina dell'Inter, al netto della 'suggestione' Mourinho che potrebbe diventare qualcosa di più – mediaticamente parlando – con il ritorno effettivo di Oriali, non vanno scartate soluzioni 'straniere' magari sponsorizzate da Kia Joorabchian, vedi Leonardo Jardim del Monaco e Marco Silva dell'Hull City.