Atalanta-Empoli, Marino: “Strumentalizzate le mie frasi. Denis minacciato di morte”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:13

Il Dg nerazzurro è tornato a parlare del post-gara del match di ieri

ATALANTA DENIS TONELLI EMPOLI LITIGIO/ ROMA – Pierpaolo Marino è tornato a parlare del litigio tra Denis e Tonelli dopo il match tra Atalanta ed Empoli: “I toscani hanno il diritto di fare il loro ricorso – afferma il Dg ai microfoni di 'Rai Sport' -. Noi aspettiamo gli atti. Noi riteniamo che ci sia stata la sentenza: Denis ha sbagliato ed è stato punito. Per la società va bene così. Difficilmente ricorreremo, anche se lui ha tutto il diritto di farlo”.

DICHIARAZIONI STRUMENTALIZZATE – “Si sono strumentalizzate determinate dichiarazioni. Avevo solo evidenziato che Maccarone in sala stampa aveva sottaciuto la provocazione. L'atto sbagliato del nostro calciatore è dovuto dalla provocazione, sancita dal referto arbitrale. La provocazione è di morte. Io non ho fatto alcun autogol. Carli non può dire che non è stato detto nulla visto che è stato refertato. L'autogol è dell'Empoli”.

 REAZIONE SBAGLIATA – “E' scattato qualcosa di sbagliato. Per l'Atalanta la squalifica di Denis è una perdita grandissima, verrà certamente multato”.

M.S.