Calciomercato Palermo, Pastore: “Ho rifiutato Real e Barcellona”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:33

Il fantasista argentino che ha preferito proseguire l'esperienza in rosanero, rivela che vorrebbe un giorno giocare con Messi

CALCIOMERCATO PALERMO PASTORE RIFIUTA REAL E BARCELLONA / BUENOS AIRES (Argentina) – Uomo mercato e adesso anche uomo copertina. Il talentuoso fantasista del Palermo, Javier Pastore, troneggia infatti sulla prima pagina del quotidiano sportivo argentino 'Olè' al quale ha concesso una lunga intervista.

PRESENTE ROSANERO – “Io mi sento molto fortunato – ha detto Pastore -. Diciamo che ho trovato il mio spazio naturale quando il Palermo ha cambiato allenatore ed è arrivato mister Rossi. Il Palermo è una squadra che esprime una buona qualità di gioco, Solo due stagioni fa era una squadra di metà classifica e ora siamo più vicini ai vertici, abbiamo giocato anche in Europa League anche se il nostro cammino non è stato fortunato. Il nostro è un gruppo composto da  giovani che hanno voglia di mettersi sempre in mostra”.

FUTURO LONTANO DA PALERMO? – 'El Flaco' resterà ancora un anno in rosanero, per poi finire in una tra Real Madrid e Barcellona, club che l'hanno cercato insistentemente:  “Sì, questi due club mi hanno cercato attraverso il mio agente, ma io ho deciso di rimanere ancora a Palermo perché qui potrò avere la possibilità di giocare in continuazione, migliorarmi ed accumulare esperienza. Grazie al Palermo sto imparando molto, Credo di aver fatto la scelta giusta. La maggior parte dei giocatori avrebbero accettato al volo la proposta di questi due grandi club, ma il mio obiettivo è crescere gradualmente, il mio momento arriverà dopo. Sono contento di migliorare il mio bagaglio tecnico e andare adesso in un grande club, dove magari non troverei subito spazio, significherebbe ricominciare da zero. In cosa sono migliorato? Oh, in tante cose, adesso – a differenza dei primi mesi al Palermo – so esattamente cosa devo fare in campo, i movimenti giusti da eseguire, anche i miei compagni ormai conoscono a memoria il mio modo di stare in campo”.

SOGNO MESSI – La differenza tra lo scegliere le Merengues o i blaugrana potrebbe farla Leo Messi: “Lui è il migliore del mondo e giocarci accanto sarebbe bellissimo. Leo in due secondi fa una mossa, una giocata, insomma repertorio soltanto dei grandissimi campioni. Ecco perché è necessario essere veloci e mentalmente lucidi per giocare con lui. Insomma, ho sempre sognato di avere un partner come Messi”.

F.S.