Breaking News
© Getty Images

L'Editoriale di Sugoni - Ibra, Suarez, Dzeko: sara' un'estate a caccia di grandi attaccanti

Consueto appuntamento con il nostro esperto di mercato, giornalista di 'Sky Sport 24'

EDITORIALE SUGONI IBRAHIMOVIC SUAREZ DZEKO / MILANO - Quasi sicuramente non lo vedremo a Torino con la maglia della Juventus (dove si continuano a seguire con molta attenzione Jovetic e Suarez). Questione di costi (12 milioni di ingaggio netti all'anno) troppo alti. E molto probabilmente non lo vedremo più nemmeno a Pagini, vestito da Psg. Questione di feeling che sembra essersi incrinato. Quindi Zlatan Ibrahimovic tornerà a movimentare il mercato estivo. Le grandi d'Europa lo sanno. E valutano. Ad esempio le squadre russe, senza troppi problemi economici e con ambizioni infinite. O magari qualche inglese: il Chelsea è abituato ai grandi campioni e al Manchester City c'è ancora un buco in rosa lasciato libero dalla partenza di Balotelli, soprattutto se dovesse partire anche Dzeko – sogno quasi impossibile dell'Inter. Insomma, con Ibra (e il suo agente Mino Raiola) in mezzo, tutto diventa possibile. Ma il mercato dei grandi attaccanti in estate non si fermerà allo svedese. Perché la sua partenza, potrebbe dare il via ad una catena di colpi senza precedenti: il Psg per esempio sogna di rifare l’accoppiata vincente del Manchester United di qualche anno fa: Ronaldo-Rooney, magari con Mourinho e l'appoggio (non solo morale...) di David Beckham.

Sembra fantacalcio puro, ma abbiamo imparato a capire che con gli sceicchi spesso fantasia e realtà si avvicinano molto. A sua volta il Real Madrid sostuirebbe (più a livello di impatto in rosa che di ruolo) il portoghese con un altro uomo da oltre 50 milioni di euro: il colombiano Radamel Falcao. Controindicazione non piccola: gioca nell'Atletico Madrid l'eterno derby che non fece chiudere (anzi tra società non fu nemmeno aperta) la trattativa Aguero potrebbe riproporsi come ostacolo insuperabile. Lo United a sua volta vorrebbe completare il suo shopping nello splendente (e caro) negozio del Borussia Dortmund. L'anno scorso Kagawa, quest'anno il polacco Lewandowski (lo insegue e corteggia da tempo), che però alla fine dovrebbe decidere di andare al Bayern Monaco. Un po' per il fascino di Guardiola, un po' perché lasciare la Bundesliga in questo momento sembra davvero difficile per tutti. Lewandowski, Mandzukic, Dzeko o Klopp. Tutti li vogliono, ma loro preferiscono la Germania. Ecco un'altra tendenza che sarà decisiva nel prossimo mercato...

Notizie   Roma  
Roma, Spalletti: "Addio Totti? Lo gestiremo in modo naturale"
Il tecnico giallorosso sull'ultima partita del numero 10
Notizie   Inter   Lazio
Lazio-Inter, Vecchi: "Vittoria che vale tanto. Condizionati dal FPF"
Il tecnico ha parlato al termine del match dell''Olimpico'
Notizie   Inter   Lazio
Serie A, Lazio-Inter 1-3: I nerazzurri rialzano la testa
Biancocelesti rimontati dopo il gol del vantaggio firmato Keita