Breaking News
© Getty Images

Milan, Emanuelson si sente tradito: "Dicevano che ero tra i migliori e poi..."

L'esterno olandese del Fulham attacca: "Non importava quanto mi allenassi, andavo sempre in panchina"

MILAN, EMANUELSON FULHAM ALLEGRI / LONDRA (Inghilterra) - "Trasferirmi dal Milan al Fulham non è stato un passo indietro nella mia carriera, un passo indietro sarebbe stato continuare a restare in panchina per il resto della stagione". Pensieri e parole di Urby Emanuelson, che in una intervista a 'insidefutbal.com' si toglie più di qualche sassolino in merito alla sua esperienza in rossonero, confessando di essersi sentito tradito. "Ho 26 anni ed ho bisogno di giocare, andare al Fulham è stata una scelta per la mia carriera. Gli ultimi mesi al Milan sono stati difficili per me. Sono rimasto in panchina per cinque partite consecutive e ho capito che qualcosa era cambiato nelle scelte dell'allenatore. Sorpreso? Certo, perchè nel precampionato ero uno dei migliori o almeno questo era quello che si diceva all'interno della società e sui giornali. Invece appena la stagione è iniziata mi sono trovato fuori dall'undici titolare, non importava quanto duramente mi allenassi".

L'esterno sinistro olandese ha parlato anche del tecnico Allegri: "Il nostro rapporto è sempre stato di tipo professionale, è tutto quello che c'è da dire. Nelle mie prime due stagioni al Milan penso di aver dimostrato il mio valore - prosegue Emanuelson - Ho giocato in ruoli differenti: centrocampista esterno, ala, trequartista ed ho fatto ben, migliorando giorno dopo giorno. Ho seguito il consiglio di Seedorf che mi diceva di lavorare duramente, fare sempre il mio meglio e poi avrei avuto la mia chance. L'ho fatto e quindi essere dimenticato in panchina alla mia terza stagione è stato così sorprendente per me". Infine una frecciatina anche al calcio italiano: "In Inghilterra gli arbitri sono più tolleranti, mentre in Serie A spesso è frustrante vedere il gioco continuamente interrotto per i falli fischiati".

Mercato   Milan   Roma
Calciomercato Milan, c'è il piano della Roma per 'scippare' Kalinic
Il club giallorosso ha intenzione di inserire nell'affare una contropartita gradita alla Fiorentina
Mercato   Milan   Lazio
Calciomercato Milan, Tare: "Keita-Biglia? I matrimoni si fanno in due"
Il dirigente della Lazio ha parlato dei due calciatori accostati ai rossoneri
Mercato   Milan   Lazio
Calciomercato Milan, missione a Roma per Biglia e Keita
Fassone e Mirabelli incontreranno i dirigenti della Lazio