• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B


Calciomercato > Estero > Coppa d'Africa, il Congo vuole i premi e non si allena per protesta

Coppa d'Africa, il Congo vuole i premi e non si allena per protesta

Il Ministro dello Sport, però, replica: "I soldi ci sono, il video è una favola"


Pallone ©Getty Images

14/01/2017 10:05

COPPA D'AFRICA CONGO / La Coppa d'Africa ci regala sempre storie di proteste, disagi e problemi che col calcio hanno ben poco a che vedere. E anche questa edizione, al via ufficialmente oggi, ha voluto lasciare il segno. Dopo lo Zimbabwe, che ha pure disertato la cena col capo di Stato, e la Guinea Bissau, anche il Congo registra grosse turbolenze. Il motivo, anche questa volta, sarebbe legato ai premi per la qualificazione alla fase finale del torneo che i calciatori starebbero ancora attendendo di ricevere. Con un video postato su Twitter, i calciatori della Nazionale di Florent Ibengé hanno infatti annunciato la decisione di non allenarsi in segno di protesta, nonostante questo lunedì i 'Leopardi' debbano scendere in campo contro il Marocco. 

Per tranquillizzare tutti, dagli organizzatori ai calciatori stessi, è intervenuto il Ministro dello Sport, Willy Bakonga, che ai microfoni di 'foot.cd' ha spiegato: "Il governo ha già versato i premi. Il governo ha preso la situazione in mano, è solo una questione di tempo. I giocatori non si sono allenati? Come ho già detto i premi sono disponibili e li avranno prima della partita con il Marocco, non ci saranno problemi. Mi sono messo in contatto con mister Ibengé, mi ha detto che l'allenamento c'è stato. Io non sono stato informato di quello che mi state dicendo, i giocatori si sono allenati con il mister. Se c'è un video, penso si tratti di una favola".

L.P.




Commenta con Facebook

.
.