• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B


Calciomercato > Juventus > Juventus, Pjanic ora è felice: "Serviva tempo. Che bello giocare con Dybala"

Juventus, Pjanic ora è felice: "Serviva tempo. Che bello giocare con Dybala"

Il centrocampista bosniaco ha parlato del momento suo e della squadra


Miralem Pjanic ©Getty Images

13/01/2017 16:11

JUVENTUS PJANIC / Il riscatto dopo le critiche, l'intesa con Dybala, la nuova posizione in campo e il sogno Champions: Miralem Pjanic fa un tuffo in tutto quello che è il mondo delle news Juventus. Parlando a 'Sky' e 'Premium Sport', il centrocampista bosniaco parte spiegando le difficoltà incontrate nei primi mesi in bianconero dopo l'approdo nel calciomercato estivo: "Nuovo club, nuova città, nuovi compagni, nuovo modulo e nuovo mister: ma un buon giocatore deve sapersi adattare, ed è ciò che sto facendo. Arrivato dalla Roma dopo cinque anni, ho dovuto lavorare un po' per adattarmi, ma ora mi sento davvero bene. Le critiche ci possono stare, ma io no do molto peso a ciò che si dice: so di cosa sono capace, Allegri mi dà fiducia e il gruppo mi ha sempre aiutato. So che darò una grande mano a questa squadra per raggiungere i nostri obiettivi. Ora sto molto bene anche fisicamente, e sto crescendo così come tutta la squadra". 

Juventus, Pjanic tra il nuovo ruolo e la Champions

Pjanic ha parlato anche della nuova posizione in campo con la Juventus: "Il mister ha cambiato più volte il modulo: questo è ciò che deve fare una grande squadra. Ultimamente gioco come trequartista e mi trovo molto bene, con Dybala là davanti abbiamo molta libertà e ci troviamo alla perfezione, scambiandoci spesso posizione. E' un vero piacere giocare accanto a Paulo, ci liberiamo spazi a vicenda ci troviamo nei movimenti". 

Se c'è un difetto da trovare alla Juventus, è quello di abbassare la concentrazione in alcune circostanze: "Ha ragione Allegri: è successo anche contro l'Atalanta quando abbiamo staccato un po' la spina. Dobbiamo migliorare in questo, anche se stiamo lavorando bene. Fiorentina? La rispettiamo, è una grandissima squadra, con un buon allenatore e giocatori molto bravi. E' una partita differente, molto importante per entrambe: andremo lì umili ma consapevoli di volerci prendere i tre punti per continuare il nostro cammino in campionato".

Infine, impossibile non parlare della Champions: "E' un obiettivo: vogliamo passare il turno contro il Porto e andare avanti. Da adesso in poi saranno sempre partite molto complicate, ma la Juventus è abituata a giocare a questi livelli e ad andare sempre lontano in questa competizione. Per noi è uno degli obiettivi stagionali". 

B.D.S.




Commenta con Facebook

.
.