• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Atalanta > Atalanta, Conti sulla Juventus: "Possiamo fare l'impresa. Gli toglierei Higuain"

Atalanta, Conti sulla Juventus: "Possiamo fare l'impresa. Gli toglierei Higuain"

Il 22enne terzino si è soffermato sull'anticipo di domani contro la capolista


Andrea Conti ©Getty Images

02/12/2016 11:50

NEWS ATALANTA - L'Atalanta sogna il 'colpaccio' a Torino di fronte alla capolista Juventus. Andrea Conti lancia la sfida alla capolista di Allegri: "Se ad agosto mi avessero detto che il 2 dicembre saremmo stati a soli 5 punti dalla Juventus, non ci avrei mai creduto. Però ci credo adesso, sarà per noi una grande occasione per metterci in mostra ed andremo lì per giocarcela - ha detto il giovane terzino orobico al 'Corriere dello Sport' - Sarà la stessa Atalanta di sempre, noi giochiamo per vincere contro chiunque e con una partita fatta di intensità e ripartenze non dovremo permettere ai campioni della Juventus di pensare. Abbiamo già sconfitto Napoli, Inter e Roma, tre squadre così non si battono per caso. Possiamo fare l'impresa contro chiunque. Chi toglierei alla Juve? Higuain: anche se sta vivendo un momento non semplice, lui può fare la differenza da un momento all’altro in ogni partita. Non ci sarà il mio idolo Dani Alves, a cui non potrò chiedere la maglia".

SOGNO EUROPA - "Atalanta in Champions? C'è da fare tantissimo lavoro, è una cosa talmente lontana per cui non ho pensato a nessun eventuale voto. Stiamo comunque facendo qualcosa di straordinario, dopo un inizio difficile non ci siamo più fermati - ha aggiunto Conti - Noi come il Leicester? Secondo me è molto difficile che in Italia o in altre parti d'Europa possa capitare una storia simile. Quello del Leicester secondo me è destinato a restare un caso più unico che raro".

G.M.




Commenta con Facebook