• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Khedira non dimentica il Genoa: "Una batosta che serviva"

Juventus, Khedira non dimentica il Genoa: "Una batosta che serviva"

Il centrocampista tedesco ha parlato anche della sfida all'Atalanta


Sami Khedira © Getty Images

30/11/2016 15:01

NEWS JUVENTUS KHEDIRA / E' il tempo di alzarsi e guardare avanti: Sami Khedira vuole far tesoro della sconfitta contro il Genoa per far sì che le news Juventus non segnalino più disfatte del genere. Il centrocampista tedesco ha parlato a 'Sky Sport 24': "Certe batoste servono a ricordare di non abbassare mai la concentrazione". Difficile farlo quando si è recitato il ruolo di regina del calciomercato e si è impegnati a scalare la montagna Champions. Infatti, le tre sconfitte in campionato sono arrivati dopo impegni europei: "Forse dipende dalla concentrazione ma sono state comunque partite due: contro Inter e Milan forse potevamo anche vincere, abbiamo giocato meglio, con il Genoa è andata in maniera diversa. Sappiamo che c'è da migliorare come gioco: vista la qualità della squadra possiamo giocare meglio".  

Certo Allegri ha dovuto fare i conti anche con diversi infortuni come quello di Dybala: "Si è sentita la sua mancanza nelle ultime settimane, è un calciatore imporante per noi. Con la sua tecnica regala momenti importanti, punizioni, corner: è un calciatore speciale". 

Juventus, Khedira e l'esame Atalanta

La Juventus ora è chiamata a rialzarsi ospitando la favola Atalanta: "E' un squadra molto forte, può essere il nuovo Leicester. Noi però siamo la Juventus, abbiamo i nostri obiettivi e vogliamo batterli. Abbiamo visti contro la Roma, sono tosti e non si arrendono mai. Nel primo tempo potevano essere sotto 2/3-0, invece alla fine hanno vinto. Non sarà facile". 

Dopo i nerazzurri, la banda Allegri avrà un calendario decisamente ostico che la Juve dovrà affrontare in emergenza difesa: prima il derby con il Torino, poi la sfida alla Roma, infine la Supercoppa contro il Milan prima di Natale (con il posticipo del match con il Crotone). Un trittico che, primo posto Champions ormai archichiato, dirà se i bianconeri possono davvero chiudere in anticipo il campionato per dedicarsi poi da febbraio in po al sogno europeo. 

B.D.S.




Commenta con Facebook