• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Benessere > Benessere, dalla biancheria al profumo: 10 regole per dormire bene, anche in coppia

Benessere, dalla biancheria al profumo: 10 regole per dormire bene, anche in coppia

Il sonno può essere determinate nell’equilibrio di coppia, il russare è la prima causa medica di fallimento del matrimonio


A letto (Getty Images)

30/11/2016 14:51

BENESSERE LE 10 REGOLE PER IL SONNO PERFETTO / ROMA - 9 milioni di italiani soffrono di insonnia cronica, il 20% della popolazione ha dichiarato di aver assunto almeno una volta nella propria vita un farmaco che aiutasse il riposo. Il professor Francesco Peverini, Medico Internista e Direttore Scientifico della Fondazione per la Ricerca e la Cura dei Disturbi del Sonno Onlus spiega che i problemi legati al sonno "riducono le difese immunitarie e alterano il metabolismo, nonché equilibri importanti nella vita lavorativa e personale”. Il sonno incide anche sul benessere di coppia: "Circa il 25% circa delle coppie dorme in letti separati: di questi, la metà cerca di recuperare il sonno addirittura in stanze separate. Non stupisce per questo che il russare sia la prima causa medica di fallimento del matrimonio e in assoluto la terza causa di separazione dopo l’infedeltà e i problemi finanziari".

Il professor Peverini ha collaborato con gli esperti di Hästens, azienda che costruisce letti artigianali unicamente con materiali naturali, e insieme hanno stilato un decalogo del sonno, con le dieci principali regole da rispettare per non trascorrere le notti in preda all’insonnia.

1. Scegliere la biancheria appropriata: il comfort notturno passa anche attraverso una scelta attenta della biancheria. Lenzuola, coperte, piumoni e pigiama devono possedere proprietà anallergiche per garantire al corpo una corretta respirazione. Nessun consiglio invece per quanto riguarda il colore della bianchieria. È solo una questione di gusto del tutto personale.

2. Scegliere il materasso giusto: duro sì, ma fino ad un certo punto poiché la durezza giusta del materasso dipende in gran parte dalla posizione in cui si è soliti dormire. Per quanto riguarda i materiali invece è opportuno scegliere elementi naturali che aiutino la traspirazione del calore e dell’umidità, ed evitare prodotti chimici e metalli che potrebbero causare allergie.

3. Sostituire materassi e cuscini al momento giusto: un materasso di buona qualità ha una vita di circa 8 anni. Ma se si soffre di dolori alla schiena e quindi si ha bisogno di un maggior sostegno, questo arco temporale può anche ridursi. Bisogna quindi prestare attenzione ai segni di usura o ad eventuali cedimenti dei lati o del centro. I cuscini andrebbero cambiati ogni 2 anni.

4. Regolare la temperatura della camera da letto: la temperatura della stanza non deve mai essere esagerata. Regolare il termostato tra i 18 e i 22 gradi.

5. L’importanza del profumo: ci sono profumi (la lavanda ne è un esempio) che aiutano il processo di rilassamento rallentando frequenza cardiaca e sanguigna.

6. Prepararsi la sera per il mattino dopo: l’ansia del giorno dopo è un pericolo per il sonno. Meglio preparare borse e tutto il necessario prima di coricarsi.

7. Allestire al meglio la camera da letto: deve essere un vero e proprio santuario del riposo. Bisogna tenerla pulita e ordinata, i mobili devono essere disposti in modo armonico, con i giusti spazi vuoti. Devo essere lasciati fuori da questa camera computer e televisioni.

8. Evitare il rumore: i rumori possono intralciare il corretto riposo, soprattutto quelli che mettono corpo e mente in allerta, perché associati a uno stato di ansia. Il consiglio degli esperti è quello di cercare di creare le giuste condizioni sonore nella camera da letto.

9. Chiudere persiane e tapparelle e spegnere eventuali altre fonti luminose artificiali: al buio si dorme meglio. Inoltre sarebbe opportuno non utilizzare smartphone, tablet, computer e tv poiché, se usati appena prima di dormire possono alterare il regolare ciclo del riposo. Si consiglia di spegnerli almeno un'ora prima di coricarsi, e rilassarsi con una rivista o un buon libro.

10. Non mangiare pesante: ci sono alimenti che possono aiutare a riposare meglio, evitare cibi ricchi di grassi, troppi zuccheri e carboidrati, bevande a base di caffeina e alcol. È anche importante cenare almeno 2 ore prima di andare a dormire per non rischiare di alterare la digestione.

S.C.




Commenta con Facebook