• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Maiorino: "Lapadula ce lo ha consigliato Berlusconi. Sosa..."

Milan, Maiorino: "Lapadula ce lo ha consigliato Berlusconi. Sosa..."

Il ds rossonero ha parlato del lavoro che sta svolgendo da tre anni a questa parte


Gianluca Lapadula © Getty Images

29/11/2016 23:56

MILAN MAIORINO LAPADULA SOSA / Lunga e interessante intervista di Rocco Maiorino a 'Milan Tv'. Il ds del 'Diavolo' ha parlato della tipologia di lavoro che sta svolgendo da tre anni a questa parte ma anche del momento di alcuni singoli. Questi i passaggi fondamentali della sua intervista: 

LAVORO - "Le partite visionate all'anno dal vivo sono più di 500 all'anno oltre a quelle visionate attraverso la rete informatica. Sono state effettuate più di 400 relazioni negli ultimi tre anni su 400 giocatori non solo diversi tra loro. Ci sono diversi giocatori che possono essere visionati più volte a seconda se sono obiettivi di mercato o meno. E' chiaro che poi i mercati cambiano in base agli allenatori e in ogni anno sono sempre condivisi con gli allenatori".

SOSA - "E' stato un giocatore voluto anche dall'allenatore. Era uno di quei giocatori che rispondeva alle caratteristiche tecniche richieste dall'allenatore in quel determinato momento di mercato. E' un giocatore che ha delle qualità in cui noi crediamo molto. Come sempre, per tutti i giocatori nuovi, c'è un periodo di adattamento e diventa più difficile inserirsi in un contesto in cui la squadra sta giocando in un determinato modo e facendo punti. E' un grandissimo giocatore dal punto di vista delle qualità umane e tecniche e secondo me riuscirà a fare molto bene nel corso della stagione e a tornarci utile".

LAPADULA - "E' un attaccante al 100%, ha nel DNA la voglia di segnare, è un combattente nato. Io non so quello che potrà diventare, so quello che è adesso. E' un giocatore che si allena sempre al 1000% e si allena e gioca sempre per la squadra. E' un giocatore importante come Bacca e Luiz Adriano. Io credo che un gruppo per essere squadra sia una squadra vera quando ci sono non solo gli undici che scendono in campo, ma tutti che remano nella stessa direzione. Io credo che i suoi compagni possano prendere esempio da lui. Quando abbiamo preso la decisione di prenderlo, anche fortemente consigliata dal nostro presidente Berlusconi, sapevamo che avrebbe potuto darci una mano come effettivamente ci sta dando".

D.G.




Commenta con Facebook