• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, da Brozovic a Kondogbia: grandi manovre a gennaio

Calciomercato Inter, da Brozovic a Kondogbia: grandi manovre a gennaio

Il nuovo corso di Pioli porterà svariati cambiamenti nella prossima sessione di mercato


Stefano Pioli © Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

29/11/2016 13:50

CALCIOMERCATO INTER PIOLI PERISIC BROZOVIC / MILANO - L'Inter attuale ha dovuto subire svariati cambiamenti, passando di tecnico in tecnico, da Mancini a de Boer, fino a Pioli, con gli ultimi due che non hanno ovviamente potuto affrontare la preparazione estiva o metter bocca in tema di mercato Inter. L'ex Lazio lo farà di certo a breve, anche se ora le questioni di campo sono di certo più impellenti. Fondamentale la vittoria contro la Fiorentina, tanto quanto disastrosa è stata la sconfitta in Europa League che è valsa l'uscita matematica dal torneo. Portarsi a quattro punti dal Napoli, battendo una big del campionato, mette i nerazzurri nel miglior stato mentale possibile per andare al 'San Paolo' e fronteggiare proprio il gruppo di Sarri. Da Brozovic a Perisic, dal nuovo calciomercato di Pioli agli impegni in Nazionale, ecco come cambierà l'Inter.

PERISIC-BROZOVIC, LA NAZIONALE FA IL MERCATO

Pedine chiave dello scacchiere di Pioli, Perisic e Brozovic rischiano di non giocare con la maglia dell'Inter nel primo mese del 2017. Con tempistiche tremendamente simili alla Coppa d'Africa, la 'China Cup' potrebbe portar via molti giocatori al nostro campionato, tra i quali Brozovic e Perisic. 

L'Inter non potrà evitare un'eventuale convocazione ma, stando alle voci in circolazione, le Nazionali potrebbero optare per scelte più oculate, evitando di saccheggiare le rose dei club. Si potrebbe ipotizzare una sola partenza delle due, con l'Inter che potrebbe intervenire sul mercato, qualora riuscisse a vendere Kondogbia, o magari, tenendo in cassa i soldi del francese in chiave fair play finanziario, trattenere Felipe Melo e sostituire la qualità dei croati con la rabbia e il fisico del brasiliano. 

Il mercato di gennaio non sarà di certo ricco come quello della passata estate e Pioli dovrà 'accontentarsi' di un rinforzo in difesa. Potrebbe trattarsi di Victor Lindelöf, nonostante la voglia di rinnovo del Benfica, molto seguito in Italia e non solo.

 

PIOLI E IL CENTROCAMPO: CERTE COSE NON CAMBIANO

L'Inter continua a non essere soddisfatta del rendimento di Kondogbia, il cui gioco è ancora ben al di sotto di quanto la dirigenza nerazzurra si sarebbe aspettata al momento dell'acquisto. Si generò una vera e propria asta per lui, con numerosi rilanci e la soddisfazione finale del club milanese per essere riuscito a ottenere quella che sembrava una vittoria chiave di mercato. Dai paragoni con Pogba alla panchina, cui Kondogbia è stato costretto da ogni tecnico l'abbia allenato in Italia, da Mancini a Pioli, passando per de Boer e Vecchi. Sostituito anche contro la Fiorentina, potrebbe approdare altrove già a gennaio, a patto di trovare un acquirente disposto a pagare non poco il suo cartellino, dato l'esborso dell'Inter nel 2015. Il Marsiglia lo ha seguito per un po' ma ora pare aver cambiare i propri progetti, mentre il Chelsea, come riportato dal 'Daily Express', potrebbe fare un tentativo. A Conte servirebbe un'altra dose di muscoli a centrocampo.

Restando in tema Chelsea, chi sembrava a un passo dall'addio era Brozovic, date anche le voci in merito a comportamenti mal digeriti in casa Inter. Qualche panchina, voci di mercato e infine il cambio tecnico, con Pioli che lo ha rimesso al centro del progetto. Duttilità, qualità e cattiveria al limite dell'area. Il nuovo tecnico lo ha reso un 'titolarissimo', ottenendo in cambio una rete delle sue contro l'Hapoel (purtroppo inutile) e l'apertura delle danze dopo 3' contro la Fiorentina. L'Inter dovrà far cassa a gennaio ma, contro ogni previsione passata, il sacrificato non sarà di certo l'epic Marcelo.

GABIGOL: UNA PROMESSA DA MANTENERE ALTROVE

In una stagione decisamente particolare per la serie A sul fronte degli infortuni, l'Inter si gode il proprio stato di salute generale (Medel a parte), ringraziando soprattutto la sorte per le condizioni di Icardi. L'attaccante argentino, tra mille voci di mercato e polemiche con la propria Nazionale, continua a far gol senza alcuna remora. 

L'Inter è trascinata dal suo capitano che, a suon di gol, intende far dimenticare ai propri tifosi tutta la storia dell'autobiografia, che ha aggiunto tensioni a un periodo non propriamente semplice. Una vera alternativa a Mauro però non c'è in rosa, con l'Inter che aveva pensato al talento di Gabigol per un'eventuale cambio modulo, affiancando Icardi, spesso troppo solo in area avversaria. 

Considerato forse troppo acerbo o non pronto per il nostro calcio, Barbosa non riesce a trovare spazio e l'ipotesi di un prestito, all'estero più che in Italia, pare sempre più concreta. Ritrovarsi però con un solo attaccante, nonostante l'Europa sia ormai accantonata, potrebbe risultare un rischio. Napoli insegna.




Commenta con Facebook