• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Sassuolo, la 'paternale' di Sarri: "Squadra non matura, ancora adolescente"

Napoli-Sassuolo, la 'paternale' di Sarri: "Squadra non matura, ancora adolescente"

Il tecnico azzurro: "Il momento è questo, siamo anche sfortunati"


Maurizio Sarri © Getty Images

28/11/2016 22:04

NEWS NAPOLI - Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri, è intervenuto ai microfoni di 'Premium Sport' al termine del match di campionato che ha visto gli azzurri pareggiare 1-1 contro il Sassuolo: "Continuiamo a fare prestazioni di alto livello, con risultati che non corrispondono alle prestazioni. Abbiamo dominato in assoluto, ma evidentemente ci manca qualcosa a livello di cattiveria nel chiudere le partite. Non concediamo quasi niente, ma quel poco basta per prendere gol e quando va così bisogna segnare prima".

EPISODI - "La partita era in mano nostra, ma il risultato era ancora aperto: il momento è questo. Siamo anche sfortunati a livello di episodi, vedi il palo di Callejon, ma sugli episodi non possiamo influire: possiamo influire sulla rabbia che dobbiamo avere nello sfruttare determinate occasioni. La squadra crea tanto e la sensazione che potrebbe segnare di più è palese: ci sono momenti in cui siamo rabbiosi e altri in cui ci compiacciamo senza affondare il colpo. Su questo aspetto dobbiamo lavorare, perché passiamo per squadra non matura, ancora adolescente. Le note sono comunque positive, la squadra ha fatto una partita di qualità non comune e se si guarda la prestazione sarei contento se continuassimo a giocare su questi livelli. Però se alla fine i risultati non arrivano significa che ci mettiamo nel nostro".

MAKSIMOVIC E ROG - "Perché Maksimovic e Rog trovano così poco spazio? Il primo ha fatto 5-6 partite e la sensazione è che Koulibaly necessiti di un compagno in grado di guidarlo, che non è Maksimovic per il fatto che è arrivato da poco tempo. Su Rog il discorso è diverso: è un ragazzo giovane, arriva da un’altra cultura e sta facendo un percorso: lo ritengo quasi pronto, se stasera si fosse segnato il 2 a 0 avrei voluto dargli spazio. Le condizioni di Albiol? Viene da due mesi di inattività, ha giocato 4 giorni fa e quindi abbiamo deciso di non sottoporlo a un tour di partite ravvicinate".

S.F.




Commenta con Facebook