• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-BESIKTAS

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-BESIKTAS

Male Jorginho, bene Callejon e Mertens. Aboubakar mattatore


Aboubakar ©Getty Images
Antonio Papa

19/10/2016 22:53

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-BESIKTAS / NAPOLI - Ecco le pagelle della partita fra Napoli e Besiktas. 

NAPOLI

Reina 5 - Il primo gol arriva da un errore in copertura dei compagni, il secondo nasce da un disastro di Jorginho, ma Aboubakar lo infila tra le gambe e Pepe non ci fa certo una bella figura. Sul 3-2 poteva chiamare il pallone e uscire. 


Maggio 4,5 - In ritardissimo sul gol di Adriano, che lo brucia sul tempo e arriva con ampio anticipo sul pallone. Boccheggia per tutta la gara e rischia anche di regalare il terzo gol ai turchi con un retropassaggio sciagurato a Reina, che per fortuna rimedia. 


Chiriches 5 - Sul primo gol guarda (come i compagni di reparto) il pallone attraversare tutta l'area di rigore e finire sui piedi di Adriano, sul secondo è sfortunato per il retropassaggio di Jorginho e poi troppo lento per tenere Aboubakar. Non è colpa sua, ma di sicuro qualche responsabilità ce l'ha. 


Koulibaly 6 - Un passo avanti rispetto alle ultime gare, che l'avevano visto parecchio distratto. Nell'uno contro uno è insuperabile così come nell'anticipo. Gli manca ancora qualcosa nella lettura ma si intravede 'mister 58 milioni'. Si intravede, eh, la strada è ancora lunga. 

Ghoulam 5,5 - Contro Quaresma è durissima, soprattutto nella prima mezz'ora di gioco. Il portoghese lo scherza in occasione del vantaggio bianconero, poi però Ghoulam gli prende un po' le misure e riesce ad arginarlo per quanto possibile. 


Zielinski 6 - In mezzo al campo sa cosa fare, come proporsi, come giocare il pallone. E' una garanzia sia in copertura che in rifinitura. Splendido il pallone a Callejon nell'azione che porta al calcio di rigore poi sbagliato da Insigne. Dall'81' Allan sv


Jorginho 4 - Dispiace vedere calciatori così in difficoltà in campo, ma quando la cosa si ripete per molte partite la colpa non è soltanto del ragazzo, che scende in campo in condizioni psicofisiche evidentemente approssimative. Il retropassaggio-assist per Aboubakar è la frittata che corona un periodo molto difficile, che l'ha visto peggiore in campo anche a Bergamo e con la Roma. Ha bisogno di riposare, assolutamente. Dal 70' Diawara 6 - Entra per mettere ordine al centrocampo e si disimpegna anche discretamente, ma poi il Napoli prende gol e nel calderone ci finisce anche lui.


Hamsik 5,5 - Nella prima frazione propone e si propone, aspetta il momento giusto per colpire e lo fa alla mezz'ora di gioco. Lob fantascientifico per Callejon che la mette dentro per Mertens. E' il gol dell'1-1 e porta la firma in calce del belga, ma gran parte del testo lo scrive lo slovacco. Purtroppo però scompare vistosamente alla distanza, nel secondo tempo è come se non fosse sceso in campo. 


Callejon 6,5 - Impredibile, uno scoiattolo che sguscia ovunque e quando lo fa crea sempre qualche situazione di pericolo per gli avversari. L'assist per il gol, l'incursione che vale il rigore e tanto movimento tra le linee. Senza centravanti fa di fatto la seconda punta, ma non disdegna 


Mertens 6,5 - I movimenti ci sono, esegue i dettami di Sarri come si deve e infatti si fa trovare pronto sul pallone teso messo al centro da Callejon. Si incunea fra le maglie dei turchi e fa male più volte, come quando rimedia i due rigori. Bene così. 


Insigne 5 - Vuole il gol, lo vuole maledettamente, al punto di andare a 'rubare' dal dischetto un rigore a Mertens, col beneplacito di tutti i compagni che vogliono che si sblocchi. Ma di solito quando parte così sente la pressione, e infatti lo tira malissimo tra le braccia di Fabricio. Non è la prima volta che accade così e purtroppo sono batoste che fanno male a una self-confidence già sotto i piedi. Il colpo di grazia sono i fischi, indecorosi, di una parte dello stadio. Un ragazzo così in difficoltà non ha certo bisogno di questo per riprendersi. Dal 64' Gabbiadini 6,5 - Al posto di Insigne entra un altro uomo che ha bisogno del gol come dell'aria e subito gli si presenta davanti una situazione analoga. Rigore, che lui però trasforma con la consueta freddezza. Trova anche il secondo con una strepitosa rovesciata, ma la bandierina del guardalinee gli ricaccia l'urlo in gola. 


All. Sarri 5 - E' un momento davvero difficile. Errori individuali e di reparto, la difesa è nella confusione più totale e anche lui sembra capirci poco. Ripagato dalla scelta di Mertens attaccante centrale, ma purtroppo qualsiasi tentativo di riprendere il risultato viene vanificato dalla complicatissima situazione del reparto arretrato. Terza sconfitta consecutiva e partenza a razzo Champions gettata al vento. Urge una sterzata, ora davvero tira aria di crisi. 


BESIKTAS 


Fabricio 5,5 - Molto agile fra i pali, pericolosissimo in uscita. Nel primo tempo va clamorosamente a farfalle su un lancio innocuo di Insigne: lì se Callejon era un passo più avanti era un gollonzo da film comico. Si riscatta parando il rigore calciato (male) da Insigne. 


Beck 6,5 - Corsa e sostanza, ingaggia un duello molto fisico con Insigne che infatti va spesso a terra. Si propone volentieri in avanti e dà una grossa mano a Quaresma con le sue sovrapposizioni. 


Marcelo 6 - Lì dietro è una giungla di gambette sguscianti, lui che è più prestante fisicamente deve metterci tutto il mestiere e l'intelligenza tattica che ha. 


Tosic 6 - Partita difficile anche per il coriaceo difensore serbo, che si ritrova a guardare Callejon e Mertens, due dei più in forma fra gli azzurri. Anche lui tirando le somme merita una buona sufficienza. 


Erkin 5,5 - Con Callejon è una sfida durissima: chi conosce lo spagnolo sa bene quanto sia difficile da monitorare, e infatti gli scappa diverse volte. Una di queste vale la fuga per il gol del momentaneo pareggio partenopeo, che nasce naturalmente dal numero 7. 


Necip Uysal 6,5 -  Ottimo filtro a centrocampo, gestione sapiente del pallone nonostante qualche battuta a vuoto dettata anche da una maggiore pressione degli avversari. Complessivamente una buona prestazione. Dal 90' Talisca s.v.


Hutchinson 6 - Dalla sua parte c'è uno Zielinski ispirato, che gli crea diversi grattacapi. La sfida è molto interessante, con alterne fortune, anche per la differenza di fisico dei due. Dal 75' Tosun sv

Quaresma 6,5 - Era fra i più temuti alla vigilia ed evidentemente qualche motivo c'era. La sua fuga sulla destra dopo 13 minuti di gioco spacca in due la difesa partenopea e vale il vantaggio del Besiktas grazie al tap-in di Adriano.


Arslan 6,5 - Gioca tra le linee e ha un ruolo importante di raccordo col centrocampo. Non crea a Jorginho i problemi che gli aveva creato Nainggolan, ma ci va vicino. 


Adriano 6,5 - Alla veneranda età di 33 anni si è riscoperto esterno alto, anzi altissimo vista la spinta sulla sinistra e la posizione di seconda punta sul gol. Nervosissimo per tutto il match, si becca con Maggio e rischia anche il rosso, furibondo dopo il secondo rigore al Napoli. Va fuori anche per preservarlo da un'espulsione imminente. Dal 69' Inler 6 - Ingresso importante per dare sostanza nel momento in cui il Napoli premeva maggiormente. Dà il suo contributo in una partita che sentiva molto. 


Aboubakar 7 - Gioca sempre sul filo del rasoio, cerca sempre di bruciare sullo scatto l'avversario ma si fa cogliere spesso in fuorigioco. Lo è anche quando segna il 2-1, ma l'assist è di Jorginho, quindi lui può solo ringraziare e freddare Reina. Regala la vittoria ai suoi con il colpo di testa del 3-2, che corona una prestazione di straordinaria qualità offensiva. 


All. Gunes 7 - Il suo Besiktas è schierato bene in campo ma approfitta anche di qualche topica di troppo della difesa napoletana. Dietro si soffre molto la velocità dei bajitos azzurri, ma nel complesso i suoi si disimpegnano bene. E' una vittoria d'oro per un cammino europeo che ora inizia a farsi interessante. 


Arbitro Karasev 6,5 - Proteste feroci del Besiktas soprattutto sul secondo rigore, ma sostanzialmente vede bene. Erkin abbraccia Mertens, di certo non per amicizia, e quindi il penalty - così come prima - ci sta tutto. Idem il fuorigioco sul 3-2 (annullato) di Gabbiadini. Direzione di gara discussa ma tutto sommato corretta. 

TABELLINO

NAPOLI-BESIKTAS 2-3

NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Jorginho (dal 70' Diawara), Hamsik, Zielinski (dall'82' Allan); Callejon, Mertens, Insigne (dal 65' Gabbiadini). All.: Sarri
A disposizione: Sepe, Hysaj, Giaccherini, Maksimovic.

BESIKTAS (4-2-3-1): Fabricio; Beck, Marcelo, Tosic, Caner Erkin; Uysal (dal 90' Talisca), Hutchinson (dal 75' Tosun); Quaresma, Arslan, Adriano (dal 70' Inler); Aboubakar. All.: Gunes
A disposizione: Zengin, Sahan, Rhodolfo, Gonul.

ARBITRO: Sergei Karasev (Russia)

Marcatori: 13' Adriano (B), 30' Mertens, 38' Aboubakar (B), 69' Gabbiadini, 86' Aboubakar (B)

Ammoniti: 53' Adriano, 88' Aboubakar

 




Commenta con Facebook