• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Icardi rivela: "Branca sbruffone, voleva cedermi"

Inter, Icardi rivela: "Branca sbruffone, voleva cedermi"

Nell'autobiografia dell'attaccante un passaggio sull'ex dirigente nerazzurro


Mauro Icardi ©Getty Images

18/10/2016 18:00

INTER ICARDI BRANCA AUTOBIOGRAFIA / MILANO - Non solo tifosi: l'autobiografia di Mauro Icardi presenta anche altri passaggi interessanti. Uno riguarda il calciomercato e l'ex direttore sportivo dell'Inter Marco Branca. Icardi racconta: "A gennaio 2014, con l'apertura del calciomercato, si ripresenta il problema della cessione. Il direttore sportivo Branca mi voleva mandare via dall'Inter perché secondo lui non ero più utile alla squadra".

Un proposito che viene palesato in un vertice a tre con la presenza anche di Ausilio: "Un giorno al termine di un allenamento Branca mi ha convocato dicendo solo: "Mauro vieni che dobbiamo parlare". Con lui c'era pure Piero Ausilio. Ho notato in Branca un atteggiamento da sbruffone, ma l’ho lasciato fare". 

Branca gli prospetta un ritorno alla Sampdoria e il calciatore racconta: ""La mia risposta è stata molto breve ma determinata: "No, io rimango e alla Sampdoria non ci torno. Sono un calciatore dell'Inter e voglio giocarmi il posto qua". Branca, che non si aspettava di certo un'opposizione così netta, ha iniziato a inveirmi contro, rimarcando il suo ruolo di dirigente e di direttore sportivo, dicendo che le decisioni spettavano a lui e non a me. Ma io non mi sono fatto intimorire e della sua posizione non me ne importava nulla: volevo solo restare all'Inter e conquistare un posto nella rosa dei titolari. "Va bene, mandami via. Prima però devi rescindere il mio contratto, poi vediamo" gli ho detto". E dopo questa sparata me ne sono andato senza nemmeno salutarlo".

B.D.S.




Commenta con Facebook